ELEZIONI Ufficiale l’accordo tra Aquilante e Di Luise

Al leader di GiM Di Luise la carica di vicesindaco e due assessorati

I festeggiamenti dopo la chiusura dell'accordo

Ecco l’accordo che rompe ogni equilibrio. Ecco che il bandolo della matassa viene ‘trovato’ dalla coppia Aquilante-Di Luise che, adesso, insieme provano a fare un minimo di chiarezza nella intricata questione politica di Gricignano di Aversa.

L’attuale vicesindaco e il consigliere di minoranza hanno fatto il primo passo, ora bisognerà capire se sarà stato quello giusto e vincente. “E’ un accordo nato dopo una serie di incontri che ci sono stati già nelle settimane scorse – ha affermato Aquilante – e ora abbiamo deciso di portare avanti questo progetto condiviso per riuscire ad ottenere la vittoria elettorale”.

Il gruppo del #sipuòfare (sostenuto da ‘Libera Gricignano’, ‘Insieme’, ‘VII Miglio’ e ‘Comitato Donne’) quindi andrà al voto (che dovrebbe tenersi tra metà e fine maggio) con il circolo ‘Gricignano in Movimento’. L’accordo è stato molto semplice: Aquilante candidato sindaco e Di Luise candidato vicesindaco. “Quando Di Luise ha capito che all’interno del Pd la situazione restava sempre impantanata ci siamo visti ed abbiamo trovato l’accordo”. Accordo che prevede numeri e incarichi ben precisi: Aquilante candiderà 10 persone, mentre Di Luise ne porterà in dote 3 (compreso il leader di GiM).

A questo punto quindi la squadra ha già 13 candidati, ne mancano 3. Ed è proprio in questi tre posti vuoti che “potrebbe inserirsi il gruppo ‘Idee in Comune’ con Andrea Ciardulli (ex candidato di Moretti) e Michele Di Luise (ex iscritto al Partito democratico) con i quali stiamo parlando per trovare un’intesa”. Di Luise poi ha chiesto anche di avere praticamente metà giunta qualora tutti i suoi candidati siano eletti: in pratica ruolo di vicesindaco per Gianluca Di Luise e due assessorati per i suoi ‘uomini’.

E Moretti? E il Partito democratico? “Le porte della nostra squadra sono sempre aperte – conclude Aquilante – e qualora il sindaco uscente decidesse di scendere in campo con noi saremmo felicissimi di accoglierlo. Anche perché sarebbe l’uomo in più per garantirci la matematica vittoria”. Ovviamente a patti e condizioni che Moretti accetti di fare, a questo punto, da ‘terza gamba’ della coalizione visto che gli accordi tra Aquilante e Di Luise sono già ‘bloccati’. Difficile prevedere un accordo tra Moretti e Partito democratico perché da soli rischierebbero di fare brutte figure in termini di voti. Il primo cittadino uscente quindi potrebbe addirittura ritrovarsi senza la possibilità di ricandidarsi mentre il Pd potrebbe decidere di sostenere Aquilante o, ipotesi tutt’altro che remota, sostenere la candidatura di Santagata, sostenuto da ‘Osservatorio Cittadino’ e ‘Gricignano Attiva’. Difficile, forse impossibile, invece vedere Moretti con Santagata. In poche parole l’accordo tra Aquilante e Di Luise inguaia Moretti e il Pd, che ora sono obbligati a decidere (in fretta) che strategia intraprendere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Ucciso per un'offesa a Zagaria", il manoscritto di Schiavone finisce nel processo

  • Auto si schianta contro i Ponti della Valle, morto 48enne | FOTO

  • Il vento abbatte le luminarie, alberi e pali della luce a terra | FOTO E VIDEO

  • Tutor sull'Asse Mediano, giudice annulla la multa per cartelloni e limite di velocità

  • Esplode bombola di gas in una palazzina | FOTO E VIDEO

  • TERREMOTO La terra trema di continuo, paura nel casertano

Torna su
CasertaNews è in caricamento