Pioggia e raffiche di vento: diramata l'allerta meteo

L'avviso della Protezione civile per l'emergenza di criticità gialla

L'allerta meteo riguarda le zone del Matese

Allerta meteo "gialla" sul Matese. La Protezione civile della Regione Campania ha diramato un avviso di criticità meteo con livello di criticità idrogeologica di colore Giallo a partire dalle 13 alle 20 di oggi sulle zone 2 (Alto Volturno e Matese), 3 (Penisola Sorrentino-amalfitana, Monti di sarno e Monti Picentini), 4 (Alta Irpinia e sannio) e 5 (Tusciano e Alto Sele).

Si prevedono, infatti, precipitazioni locali, rovesci e temporali caratterizzati da incertezza previsionale e rapidità di evoluzione che potrebbero  determinare effetti al suolo con rischio di fenomeni come "ruscellamenti superficiali, allagamenti di locali interrati, occasionali fenomeni franosi, scorrimento delle acque nelle sedi stradali e rigurgito di distemi di smaltimento delle acque meteoriche".

Le precipitazioni temporalesche si concentreranno prevalentemente sulle aree più interne delle rispettive zone di allerta, con sconfinamenti anche sul settore costiero. Si prevedono anche raffiche di vento.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La Protezione civile della regione Campania raccomanda agli enti competenti di porre in essere tutte le misure necessarie per prevenire e contrastare i fenomeni attesi sia in ordine al rischio idrogeologico che in relazione alle sollecitazioni dei venti e del moto ondoso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Donna trovata morta nel letto di casa: aveva 40 anni

  • Bimbo morto, i genitori di Diego rompono il silenzio dopo 5 giorni

  • Coronavirus, Annamaria non ce l'ha fatta. Muore dopo il ricovero

  • Coronavirus, contagiata donna di 40 anni: è in ospedale

  • Malore improvviso, ragazzo di Aversa muore in Spagna

  • Coronavirus, slitta il picco in Campania. "Contagi al massimo tra fine aprile ed inizio maggio"

Torna su
CasertaNews è in caricamento