Startup weekend, premiate cinque studentesse della ‘Vanvitelli’

I progetti ‘EverIn’ e ‘FoodMate’ riconosciuti come eccellenza da una giuria di esperti

Sì è concluso l’evento Startup weekend, quest’anno con una versione targata “Vanvitelli”. L’evento, promosso l’8 marzo nell’aula De Blasio del DISTABiF, il 14 marzo al Dipartimento di Ingegneria ed il 20 marzo al Dipartimento di Economia, ha visto protagoniste 5 studentesse del DiSTABiF, portando a casa ben due premi.

Il week end ha portato alla nascita di numerosi gruppi di lavoro, seguiti da 10 “mentors”, che si sono affiatati per aggiudicarsi i premi in palio. Una giuria composta dai maggiori esperti del settore delle start up, domenica pomeriggio, ha espresso il verdetto dopo aver ascoltato e valutato tulle le potenziali idee di Start up. Maria Tommasina Pecoraro PhD student in Ambiente, Design ed Innovazione, Giuseppina Crescente PhD student in Scienze Biomolecolari, Marialuisa Formato studentessa del CdLM in Farmacia, in collaborazione con Teresa Cerchiello PhD student in Economia e Saba, una studentessa Erasmus dal Pakistan si sono aggiudicate il primo posto con la Start up EverIN. L’idea è di recuperare parte degli scarti alimentari e reintrodurli all’Interno del mercato creando una linea di cosmetici completamente naturale, eco compatibile ed eco sostenibile.

Odeta Celaj, PhD student in Scienze Biomolecolari e Giovanna Valentino, tirocinante presso il Laboratorio di Chimica Bioorganica e studentessa del CdLM in Scienze degli Aliementi e della Nutrizione Umana, in collaborazione con studenti del Dipartimento di Economia ed Ingegneria, si sono aggiudicate il secondo posto con la start up FoodMate, un’app che aiuta chi si trova spesso fuori casa a seguire e monitorare un corretto regime alimentare.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piano scolastico, la preside Bianco: "Scelta che andava fatta anni fa"

  • A San Marcellino una sede distaccata dell’Istituto Tecnico Andreozzi

  • Il nuovo indirizzo formativo del Manzoni dedicato ad Alessandro Petteruti

  • Il Capitano che ha arrestato Riina 'intervistato' dagli studenti casertani

  • La scuola costruita nel bene confiscato apre agli studenti

  • Bagni rotti, il sindaco chiude la scuola

Torna su
CasertaNews è in caricamento