Da Greta agli autori 'sconosciuti', impazza il toto-tracce per i maturandi casertani

Migliaia gli studenti impegnati da mercoledì 19 giugno con la prima prova della Maturità

Meno di 24 ore all’ora X. Cresce l’attesa per migliaia di studenti casertani attesi domani mattina alla prima prova dell’esame di maturità, un appuntamento sempre particolarmente ‘sentito’, una carica di tensione ed emozioni che resta un ricordo indelebile.

Ovviamente sul web e sui vari social è già scoppiato il toto-traccia tra gli studenti, alla ricerca di ‘spunti’ e indiscrezioni sui possibili temi della prima prova. Per la maggiore tra le varie tracce vanno in particolare Greta Thunberg e il contrasto all’inquinamento ambientale, oltre ad alcune ricorrenze che capitano proprio quest’anno: i 30 anni dalla nascita del World Wide Web e del crollo del muro di Berlino, i 50 anni dallo sbarco sulla Luna, oltre ai 90 anni dalla morte di Martin Luther King.

Il ‘panico’ è ovviamente scoppiato invece tra chi punta all’analisi del testo. Il rischio, che si è ripetuto più volte negli ultimi anni, è che dal Ministero si scelga ancora una volta autori della seconda metà del Novecento, difficilmente approfonditi nel corso dell’ultimo anno di scuola.

Saranno comunque tre le tipologie di prova: tipologia A (due tracce), analisi del testo; tipologia B (tre tracce), analisi e produzione di un testo argomentativo; tipologia C (due tracce), riflessione critica di carattere espositivo-argomentativo su tematiche di attualità.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Università: in Italia niente più ingegneri, architetti, scienziati e statisti

  • Il Manzoni va in scena con 'Anakyklosis' e festeggia il decennale

  • L’Istituto Alessio Simmaco Mazzocchi in visita al Parlamento Europeo

  • Il Diaz viaggia verso il centenario e continua a crescere

  • Open day al 'Diaz': il liceo presenterà l'offerta didattica che coniuga tradizione e innovazione

  • Il liceo 'Diaz' è tra i primi 38 in Italia per la sfida sulla sostenibilità

Torna su
CasertaNews è in caricamento