Città a secco, il sindaco chiude tutte le scuole

La decisione del Comune dopo la comunicazioni di Eni dei lavori alla rete idrica

Studenti a casa per l’assenza di acqua dai rubinetti. Il sindaco di Mondragone Virgilio Pacifio ha firmato l’ordinanza di chiusura dei plessi di ogni ordini e grado, e di tutti gli uffici pubblico comunali, per la giornata del 13 maggio.

Al Comune è infatti arrivata la comunicazione della società Eni Acqua Campania dei lavori urgenti sulla condotta idrica che verranno effettuati tra il 12 e il 13 maggio, intervento che provocherà l’interruzione idrica a partire dalle 22 del 12 alle ore 20 del giorno successivo.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piano scolastico, la preside Bianco: "Scelta che andava fatta anni fa"

  • Le lauree che fanno trovare lavoro subito

  • Guadagnare quanto i famosi' dei social: l'Università eCampus lancia la laurea in 'influencer'

  • Bagni rotti, il sindaco chiude la scuola

  • "Il codice rosso", avvocati a confronto sulla violenza di genere

  • Inaugurata la scuola costruita sul terreno confiscato alla camorra

Torna su
CasertaNews è in caricamento