Dopo i trasporti si ferma anche la scuola, proclamato lo sciopero

La protesta dei sindacati per aumenti contrattuali e precari: a Caserta è rebus adesioni

Resta convocato per venerdì 17 maggio lo sciopero del personale scolastico. Le adesioni sono però fortemente condizionate sia dalle singole scelte dei professori, che dalla già annunciata marcia indietro dei sindacati confederali, che lo scorso 23 aprile avevano raggiunto un primo accordo col Governo revocando la loro partecipazione.

Restano in campo le sigle Cobas, Unicobas e Anief, che hanno annunciato la protesta contro la regionalizzazione della scuola e per gli aumenti contrattuali e la stabilizzazione dei precari. A Caserta è già noto come la scuola dell'infazia della 'De Amicis' resterà chiusa per la forte adesione degli insegnanti.

Una data da segnare sul calendario anche per la concomitanza con lo sciopero del trasporto pubblico, con autobus e treni fermi dopo la protesta annunciata dai sindacati.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piano scolastico, la preside Bianco: "Scelta che andava fatta anni fa"

  • Le lauree che fanno trovare lavoro subito

  • Il nuovo indirizzo formativo del Manzoni dedicato ad Alessandro Petteruti

  • Il Capitano che ha arrestato Riina 'intervistato' dagli studenti casertani

  • Guadagnare quanto i famosi' dei social: l'Università eCampus lancia la laurea in 'influencer'

  • Bagni rotti, il sindaco chiude la scuola

Torna su
CasertaNews è in caricamento