L'Istituto Nifo di Sessa Aurunca nel progetto 'Rethinking Talent'

Una maratona progettuale di prototipazione, della durata di quattro giorni in modalità residenziale; iniziativa di educazione all’imprenditorialità, alla quale hanno partecipato le prime 10 scuole che hanno risposto all’avviso lanciato a livello nazionale

Si tratta del progetto finanziato dal MIUR mediante il Piano Nazionale Scuola Digitale (PNSD) che, in base a un accordo con l’Istituto Superiore “Don Milani” di Tradate, ha visto la LIUC – Università Cattaneo “fare scuola” a studenti e docenti delle Superiori di diverse regioni d’Italia.

Quaranta studenti di classe 4° provenienti da 10 differenti Istituti e dieci docenti di varie materie per promuovere le discipline scientifico tecnologiche (cosiddette STEM), ma anche dar prova delle leve da muovere per rendere gli studenti protagonisti dei processi di apprendimento. Proprio a tal fine, a conclusione della maratona, gli stessi docenti hanno dovuto svolgere il loro compito e preparare un’unità di apprendimento da spendere, al rientro, nelle rispettive classi.

“Si è trattato di un’iniziativa di educazione all’imprenditorialità, alla quale hanno partecipato le prime 10 scuole che hanno risposto all’avviso lanciato a livello nazionale - spiega Emanuele Marcora, referente del progetto, dell’Istituto “Don Milani” - esperienze di questo genere sono fondamentali perché attivano energie straordinarie dei ragazzi, fondamentali per costruire competenze che rispondono alle esigenze della società della conoscenza. I ragazzi hanno lavorato con passione e rigore, calati nella sfida, “sul pezzo” in ogni momento”.

La modalità utilizzata da docenti, tecnici e collaboratori LIUC, che hanno guidato la maratona, è stata quella di una didattica attiva, orientata a spronare i giovani a far emergere i loro talenti per sviluppare un’idea di business e realizzare un prototipo di prodotto attraverso alcune fasi salienti: lavoro in team, predisposizione di un business plan, utilizzo di big data, public speaking. Infine, nel laboratorio i-FAB della LIUC (una fabbrica simulata in cui si possono sperimentare i vantaggi delle tecnologie digitali nella gestione dei processi produttivi) i ragazzi hanno imparato come si prepara il file di un disegno tecnico da mandare in stampa 3D.

studenti al lavoro-2

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piano scolastico, la preside Bianco: "Scelta che andava fatta anni fa"

  • Le lauree che fanno trovare lavoro subito

  • Il nuovo indirizzo formativo del Manzoni dedicato ad Alessandro Petteruti

  • Il Capitano che ha arrestato Riina 'intervistato' dagli studenti casertani

  • Guadagnare quanto i famosi' dei social: l'Università eCampus lancia la laurea in 'influencer'

  • Bagni rotti, il sindaco chiude la scuola

Torna su
CasertaNews è in caricamento