Maturità 2020, si inizia tra emozione e controlli serrati. C’è anche un prof collegato via tablet

I primi studenti sono tornati a scuola dopo 3 mesi tra mascherine e termoscanner. Vairo: “Massima sicurezza nelle aule”. Serpico: “Ragazzi tranquilli”

Termoscanner all'ingresso degli istituti scolastici

L'esame di Stato ai tempi del Covid è ufficialmente cominciato. Mascherine al volto, guanti, distanziamento interpersonale e niente festa all'uscita da scuola: è una Maturità che nessuno avrebbe immaginato quella che ha preso il via nella giornata di oggi per migliaia di studenti della provincia di Caserta. Tuttavia il ritorno tra i banchi di scuola dopo oltre 3 mesi di lockdown, nonostante le rigide regole anti contagio, si è rivelato ugualmente emozionante per studenti, docenti e presidenti di commissione e tutto è filato liscio. 

Vairo: "Non è mancata l'emozione di sempre"

“Il primo giorno di esami si è svolto con molta serenità - ha raccontato a Casertanews la dirigente scolastica del liceo 'Manzoni' di Caserta, Adele Vairo, quest'anno presidente di commissione all'Isiss 'Taddeo' di Sessa Aurunca - Le dirigenze degli istituti scolastici hanno attuato tutte le procedure di sicurezza anti Covid. Importante è stato anche il supporto offerto dalla Croce Rossa Italiana nell’ambito della convenzione stipulata con il Ministero della Pubblica Istruzione. Docenti e studenti si sono ben confrontati con questa nuova modalità d’esame. Inoltre non è affatto mancata la consueta emozione da parte degli alunni, un dato questo certamente non scontato. Anche con il solo colloquio orale la Maturità non ha subito alcun pregiudizio”. Poi il giudizio per la nuova modalità d'esame: “Si giustifica solo attraverso questa emergenza coronavirus, assolutamente imprevedibile. Un esame che consacra la quotidiana attività dei consigli di classe”.

Serpico: "Giusto fare l'esame in presenza"

"Gli studenti sono stati davvero molto bravi e tranquilli - ha spiegato a Casertanews la dirigente scolastica dell'Itis liceo scientifico 'Giordani' di Caserta, Antonella Serpico, quest'anno presidente di commissione presso la sede del liceo scientifico 'Diaz' di San Nicola la Strada - Questa modalità d'esame sta funzionando. Ha fatto bene la ministra Lucia Azzolina a volere l'esame in presenza. Lo studente in questo modo può dare prova dello studio effettuato nel corso degli anni e soprattutto può manifestare le emozioni che solo dal vivo possono essere comprese". "Al Giordani tutto si è svolto alla perfezione - ha sottolineato la Serpico - Abbiamo creato percorsi in sicurezza per le commissioni attraverso apposita segnaletica. All'ingresso dell'istituto inoltre abbiamo installato una colonnina termoscanner altamente tecnologica per misurare la temperatura a studenti e docenti. Infine abbiamo progettato un robot Nao che ha portato un po' di allegria alle commissioni d'esame".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In questa prima giornata di esami di Stato non sono mancate anche particolari situazioni. "In commissione abbiamo un docente che non partecipa per motivi precauzionali, tuttavia gli studenti hanno potuto interagire con il prof a distanza, tramite un tablet. Inoltre molto carino è stato il gesto dei docenti che hanno voluto salutare i propri studenti regalando ad ognuno di loro una mascherina con il logo della scuola. Un gesto davvero sentito, anche perchè quest'anno la tradizionale pizza tra docenti e maturandi non è stata possibile a causa dell'emergenza coronavirus", ha concluso Antonella Serpico.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scuola, tutti in classe il 14 settembre. Ma la Campania dice ‘no’

  • Le scuole riaprono il 24 settembre in Campania

  • Da lunedì alla ‘Vanvitelli’ tornano gli esami in presenza, ma resta lo stop agli scritti

  • Maturità 2020. Al 'Villaggio dei Ragazzi' 9 studenti chiudono con 100, lode per una studentessa

  • Riapertura scuole, l'assessore Fortini boccia il piano del Miur: "E' irricevibile"

  • Lavoro dopo la scuola, il sistema Its si presenta al Villaggio

Torna su
CasertaNews è in caricamento