L’Istituto “Ferraris-Buccini” sul podio delle eccellenze

Ottenuto il primo posto tra le scuole superiori dell’ambito tecnico–tecnologico della provincia. Il preside Caroprese: "Siamo orgogliosi"

Il preside Domenico Caroprese

Grande traguardo raggiunto dall’Istituto tecnico “Ferraris” di Marcianise, diretto dal dirigente scolastico Domenico Caroprese. La Fondazione Agnelli di Torino, istituto di ricerca nel campo dell’istruzione pubblica, lo colloca al primo posto tra le scuole superiori dell’ambito tecnico–tecnologico della provincia di Caserta. A dirlo è l’edizione 2019 del portale Eduscopio della Fondazione, che dal 2014 mette a confronto il mare magnum delle scuole superiori italiane.

Quest’anno i ricercatori hanno messo sotto la lente di ingrandimento i dati di circa 1.255.000 diplomati italiani in tre anni scolastici in circa 7.300 indirizzi di studio. La classifica di Eduscopio si basa da un lato sull’analisi delle performance degli studenti al primo anno di università e dall’altro sull'indice di occupazione dei diplomati. Un ottimo strumento di orientamento per i ragazzi di terza media che permette facilmente di individuare quali istituti nella propria area di residenza soddisfino meglio le proprie aspettative di apprendimento.

Inoltre, per quanto riguarda gli istituti tecnici e professionali e per coloro che non proseguono gli studi preferendo entrare nel mondo del lavoro, Eduscopio verifica se hanno trovato un’occupazione, quanto rapidamente hanno ottenuto un contratto e se il lavoro ottenuto è in linea con gli studi compiuti. L'obiettivo è quello di individuare quali siano le scuole che “danno una marcia in più” e di aiutare i genitori e gli studenti nella scelta giusta dopo le scuole medie, effettuando un oculato confronto tra le scuole che meglio preparano all'università e aumentano le chance di un inserimento nel mondo del lavoro dopo la maturità.

L’ambito riconoscimento per l’Isis “Ferraris–Buccini” premia il lavoro svolto dal dirigente scolastico, dal personale docente e dal personale Ata, i quali, animati dalla passione per la trasmissione della cultura, sono riusciti ad entusiasmare l’ambiente e gli alunni, motivandoli al conseguimento di risultati gratificanti. Il senso di appartenenza alla comunità scolastica, la condivisione di valori ed idee e la capacità di passare dalla dimensione del “sapere a quella del saper fare” hanno consentito all’istituto di primeggiare e continueranno a rappresentare i punti di forza di un’istituzione scolastica che mira a garantire un continuo miglioramento dei processi di insegnamento-apprendimento.

"Siamo orgogliosi – afferma il dirigente scolastico Domenico Caroprese - di portare avanti la missione principale degli istituti tecnici che è quella di fornire competenze adeguate e immediatamente spendibili in termini lavorativi, curando in particolare la delicata fase di avvicinamento ed ingresso nel mondo del lavoro".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Costruire una classe pensante", la sperimentazione dal Canada al Diaz

  • Al 'Manzoni' si riaccende il lumen humanitatis con la 'Notte nazionale del Liceo Classico'

  • La 'Notte nazionale del Liceo Classico' al 'Quercia' all'insegna della felicità

  • Open Day al liceo 'Diaz' all'insegna delle novità

  • A scuola di legalità, studenti a lezione dai carabinieri

  • Open day al 'Quercia': appuntamento nell'auditorium

Torna su
CasertaNews è in caricamento