La violenza sulle donne, tavola rotonda tra avvocati e giornalisti

La violenza è figlia della violenza, ma a volte anche di poco amore ricevuto. E così, a volte, le mura di una casa non sono più un nido dove potersi difendere, ma una gabbia da cui fuggire. E' questa la consapevolezza che segna il punto di non ritorno della vittima che si ribella alla violenza fra le mura domestiche.  

Il racconto della vittima, l'aspettativa di un freno che le forze dell'ordine devono garantire e, poi, le aule di tribunale in cui discutere di ciò che è accaduto: sono questi, invece, i tre cardini attraverso i quali si cerca di porre un limite alla violenza di genere. Il tema, o meglio, i tre temi saranno affrontati durante la tavola rotonda "Le fedeltà invisibili" (l'ispirazione è data da un libro di Delphine de Vigan) che si terrà nell'Aula Franciosi di Palazzo Melzi a Santa Maria Capua Vetere il 16 maggio.

Un incontro che ha come simbolo l'artista e pittrice Artemisia Gentileschi, scelta come madrina ideale dell'evento dall'avvocato Rosa Marroncelli. Alla Tavola rotonda interverranno il presidente della Prima sezione Civile del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere Raffaele Sdino, il procuratore aggiunto di Santa Maria Capua Vetere, Alessandro Milita, la psicologa Mafalda Golia  e gli avvocati Rosa Marroncelli e Agnese Di Caprio dello studio Marroncelli & Partners che gestiscono anche uno sportello antiviolenza nel loro ufficio. Con loro, la presidente della Commissione Pari Opportunità dell'Ordine dei Giornalisti della Campania, Titti Improta e il questore di Caserta, Antonio Borrelli. A moderare l'incontro sarà la giornalista Marilù Musto

La violenza può essere anche silente, fatta di piccoli atti che volti a svalutare la donna o a ignorarla. La vittima si rivolge alla polizia o ai carabinieri dai quali non deve avere la restituzione di una svalutazione de proprio dolore: ogni racconto va consapevolmente considerato per offrire la certezza dell'intervento. E poi, c'è l'informazione giornalistica che deve fare da "ponte" fra l'evento e il sua cronaca, limitando le informazioni che riguardano la vittima o i minori. Il luogo in cui tutte le aspettative trovano confluenza è il tribunale. Il processo civile non è una semplice rivisitazione acritica del processo penale ed è per questo che si cercherà un metodo per connettere le due sfere processuali.

I saluti saranno rivolti dal presidente dell'Ordine degli avvocati di Santa Maria, Adolfo Russo e dalla docente dell'Università Vanvitelli, Roberta Catalano. Saranno garantiti crediti formativi per l'Ordine degli avvocati e per l'Ordine dei Giornalisti.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Incontri, potrebbe interessarti

  • La leggenda della "pantas'ma" al Mu.Vi.Ca

    • solo domani
    • Gratis
    • 15 settembre 2019
    • Mu.Vi.Ca

I più visti

  • Concerto Casellati-Rechlin e balletto Pulcinella a Un’Estate da RE

    • dal 8 al 29 settembre 2019
    • Reggia di Caserta
  • "Vanvitelli sotto le stelle": al via la rassegna di cinema all'aperto

    • dal 3 agosto al 14 settembre 2019
  • Premio alla carriera per Gigi Finizio: la consegna nel casertano

    • solo oggi
    • Gratis
    • 14 settembre 2019
    • Piazza antistante il Santuario della Madonna della Grazia
  • "Suggestioni borboniche", 2 mesi di iniziative nei siti Unesco del casertano

    • dal 8 settembre al 13 novembre 2019
Torna su
CasertaNews è in caricamento