L’Unicef istituisce il primo laboratorio di vita al centro ‘La Pinetina’

Bimbi e anziani realizzeranno le Pigotte per beneficenza

Le Pigotte dell'Unicef

I punti estremi della linea della vita, la vecchiaia e l’infanzia, talvolta si possono toccare, specialmente quando a curvarli è il peso dell’amore verso l’altro, verso i più piccoli e ultimi del mondo. È quanto accade a la Pinetina, Centro di Riabilitazione e Residenza Socio Assistenziale, a Castel Volturno, città conosciuta come multietnica per la massiccia presenza di extracomunitari. Castel Volturno è anche luogo di generosità, di inclusività e di promozione, seppur tra tante difficoltà, del diritto di quanti, nella difficile condizione della disabilità, a vivere con dignità il proprio tempo.

Un’eccellenza di questo territorio è proprio La Pinetina dove l’Unicef istituisce il primo laboratorio di vita, riconoscendo in tal modo il grande impegno posto in essere a favore dei bambini e degli anziani disabili.

E proprio martedì mattina, alle 10.30, il presidente provinciale dell’Unicef Emilia Narciso, alla presenza del sindaco di Castel Volturno Dimitri Russo e dei responsabili del Centro Laila, consegnerà un riconoscimento a Gianni Maisto, titolare della Pinetina. Gli ospiti della struttura realizzeranno le Pigotte, le bambole di pezza dell’Unicef che saranno adottate da quanti visiteranno la Pinetina. La generosità dei visitatori, degli operatori, degli ospiti e dei loro familiari, sosterrà i progetti Unicef contro la malnutrizione dei bambini dei Paesi più poveri del mondo.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mani massacrate a martellate: un casertano tra i picchiatori del gruppo Contini

  • La speranza è finita: Fioravante è stato trovato morto

  • Poligono di tiro sequestrato dai carabinieri | FOTO

  • Prima uscita pubblica dei renziani: ecco chi ci sarà a Caserta

  • Il figlio non torna a casa, papà lo trova con gli amici e accoltella un 16enne

  • Cenerentola chiude, l'addio in una lettera: "50 anni bellissimi"

Torna su
CasertaNews è in caricamento