Fervono i preparativi per il Natura Viva Fest

Fervono i preparativi per la II edizione del “Natura Viva Fest”, l’evento organizzato dall’associazione “L’Oasi Parco Ambientale Natura Viva” in collaborazione con altri sodalizi del comprensorio atellano che, per una settimana, trasformerà l’ex Vasca di Castellone al confine fra i comuni di Sant’Arpino, Succivo ed Orta di Atella nel grande palcoscenico dedicato a Madre Terra ed ai suoi inestimabili doni.

Dal 16 al 22 Settembre sarà tutto un susseguirsi di appuntamenti grazie ai quali grandi e piccini sperimenteranno un vero e proprio viaggio spazio-temporale, riappropriandosi del rapporto con quella natura troppo spesso dimenticata soprattutto in un’area altamente urbanizzata come quella al confine fra le province di Napoli e Caserta e l’intera Campania.

Il programma messo a punto dai volontari de “L’Oasi Parco Ambientale Natura Viva” spazia dalle esperienze in fattoria didattica, che nel corso delle mattinate e nei pomeriggi vedranno protagonisti gli alunni degli istituti scolastici, ragazzi ed adolescenti diversamente abili, alle passeggiate a cavallo e in carrozza, passando per il battesimo della sella. Non mancheranno i villaggi Sef Italia e Western, l’area food con protagoniste assolute le eccellenze enogastronomiche locali, l’animazione per i più piccoli ed eventi altamente spettacolari quali quello dei falconieri, quello equestre ed i giochi medievali. Ma tantissime saranno le sorprese per le migliaia di persone che parteciperanno agli appuntamenti in programma nel polmone verde atellano.

Nei prossimi giorni, infatti, sarà annunciata la presenza di importanti artisti del panorama locale e nazionale. Protagonisti assoluti saranno anche i mestieri di una volta e gli animali sia quelli da cortile che quelli più esotici. Importanti le sinergie in campo dall’ ASI alla Confcommercio, passando per la Sef Italia. Il programma della seconda edizione del “Natura Viva Fest”, che si avvale del patrocinio morale delle amministrazioni comunali di Sant’Arpino, Succivo ed Orta di Atella, dimostra come questo festival in un solo anno, grazie anche alle attività parallele svolte durante questo periodo, sia stato in grado di trasformarsi in un appuntamento capace di richiamare l’attenzione non solo di appassionati e curiosi, ma anche del mondo della scuola, degli operatori nel campo delle eccellenze agricole ed alimentari, degli esperti culturali.

E pensare che all’inizio appariva una sfida impossibile quella di dar vita ad un vero e proprio festival dedicato al verde, agli animali, alla società rurale, ai mestieri di una volta, nella conurbazione urbana al confine fra le province partenopea e di Terra di Lavoro. Ma la dedizione, la volontà e l’entusiasmo dei volontari de “L’Oasi Parco Ambientale Natura Viva” farà sì che l’edizione 2019 sia una vera e propria celebrazione della fine dell’estate lunga un’intera settimana.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Manifestazioni, potrebbe interessarti

  • "Suggestioni borboniche", 2 mesi di iniziative nei siti Unesco del casertano

    • dal 8 settembre al 13 novembre 2019

I più visti

  • Concerto Casellati-Rechlin e balletto Pulcinella a Un’Estate da RE

    • dal 8 al 29 settembre 2019
    • Reggia di Caserta
  • "Suggestioni borboniche", 2 mesi di iniziative nei siti Unesco del casertano

    • dal 8 settembre al 13 novembre 2019
  • Da Artemisia a Hackert, la Galleria Lampronti in mostra alla Reggia

    • dal 13 settembre 2019 al 13 gennaio 2020
    • Reggia di Caserta
  • Una mostra fotografica alla chiesa della Carità

    • Gratis
    • dal 14 al 29 settembre 2019
    • Chiesa della Carità
Torna su
CasertaNews è in caricamento