Incontro di preghiera, anche il Vescovo tra i fedeli nella chiesa della Madonna del Carmelo

L'appuntamento organizzato dalla Consulta Diocesana delle Aggregazioni Laicali dell’Arcidiocesi di Capua

L'Arcivescovo di Capua Salvatore Visco

Un incontro diocesano di preghiera per la Salvaguardia del Creato. È quello in programma presso la chiesa della Madonna del Carmelo di Sant’Angelo in Formis venerdì 7 settembre alle ore 20. L’incontro, promosso e animato dalla Consulta Diocesana delle Aggregazioni Laicali dell’Arcidiocesi di Capua, sarà presieduto da Monsignor Salvatore Visco, Arcivescovo di Capua.

L’incontro di preghiera nasce dal desiderio delle Aggregazioni Laicali dell’Arcidiocesi di Capua di accogliere l’invito dei Vescovi italiani di elevare una supplica a Dio in tutte le Chiese locali in occasione della Giornata per la custodia del creato che per quest’anno ha per tema “Fare alleanza con la terra”. Le aggregazioni rappresentate nella Consulta vogliono chiedere al Signore con una supplica meditata che avrà al centro l’Enciclica Laudato Sì di Papa Francesco, la forza e il coraggio di “Testimoniare”, nella comunità ecclesiale, la loro fede e nella comunità sociale, la loro attiva cittadinanza, chiedendo la Sua misericordia per tutti gli esseri viventi e per le cose create. L’incontro di preghiera intende essere una sollecitazione per maturare una chiara coscienza ecologica in zone dove l’inquinamento è particolarmente forte e la mortalità legata ad essa è in costante aumento.

L’incontro di preghiera inizialmente si sarebbe dovuto tenere presso la Basilica Benedettina così come quello svoltosi nel 2016 ma la frana che ha colpito un’abitazione ha interdetto l’accesso all’edificio di culto costringendo gli organizzatori a spostare il tutto presso la Chiesa della Madonna del Carmelo.    

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La ‘Dea Bendata’ bacia il casertano: vincita record al Lotto

  • Beccati con i colombacci appena abbattuti, nei guai coppia di bracconieri | FOTO

  • Camorra, chiesta la condanna per imprenditore accusato da Schiavone

  • Fiumi di cocaina nel casertano, mano pesante della Dda: chieste 57 condanne

  • Camorra, l’allarme della Dda: “Casalesi 2.0 più insidiosi del vecchio clan”

  • Sparatoria con la polizia, il 'finto militare' può essere processato

Torna su
CasertaNews è in caricamento