La XXI edizione di Pomigliano Jazz corona la kermesse estiva campana

Pomigliano d'Arco - La grande estate in jazz 2016 in Campania sarà ricordata come una delle più incandescenti finora realizzate per il magma musicale prodotto dai tanti jazzfestival sparsi per le terre della Campania Felix, dove le scintillanti...

pomigliano jazz 2016

La grande estate in jazz 2016 in Campania sarà ricordata come una delle più incandescenti finora realizzate per il magma musicale prodotto dai tanti jazzfestival sparsi per le terre della Campania Felix, dove le scintillanti “blue notes” hanno richiamato le più svariate platee in location di grande fascino, come il vulcano solfatara di Pozzuoli, piuttosto che il cratere del Vesuvio o i conetti vulcanici del Carcavone a Pollena Trocchia, il Chiostro del Monastero di Sant’Antonio o il Belvedere di Villa Rufolo a Ravello, o il Palazzo Celentano di San Marzano sul Sarno……e ancora una volta quel felice connubio fra patrimonio storico-artistico e musica jazz ha raggiunto vette altissime! Elixir vitae quindi al “Pozzuoli Jazz Festival”, al “Jazz in agro…dolce” nell’agro nocerino-sarnese, all’ “Arena in Jazz”, nella Mostra d’Oltremare di Napoli, al “Ravello Festival” sulla costiera amalfitana, al “S.Elmo estate” nel bellissimo castello partenopeo, al “Jazz Inn Capri 2016”, al “Piano & Jazz” nella solare isola d’Ischia, all’ “Esca Jazz” e al “Jazz in Laurino”, nell’avellinese, al “Luglio in Jazz” al Centro Campania di Marcianise, al “Jazz sotto le stelle” a Pietralcina, per citare alcune tra le più note e lungimiranti rassegne campane. Come la XXI edizione di Pomigliano Jazz che, con la sua intelligente formula itinerante, proporrà la maggior parte dei concerti in cartellone, in location di rara bellezza artistica, come il Palazzo Mediceo di Ottaviano, quello feudale di Sirignano, le basiliche Paleocristiane di Cimitile, l’Anfiteatro Romano di Avella, confermandosi tra i più importanti appuntamenti estivi del panorama nazionale jazz. Ecco il programma dei concerti allestito per questa edizione 2016: si comincia il 9 settembre a Sirignano, Palazzo Caravita (ore 20,00 ingresso gratuito) con Jeff Ballard (batt.), in trio con Lionel Louke (chit.) e Chris Cheek (sax), il 10 settembre al tramonto (ore 16,00) sul cratere del Vesuvio si esibirà Enzo Avitabile con “Vesuvius Ascension” (Illuminare non bruciare) con Ashraf Sharif Khan, Rino Zurzolo e Gianluigi Di Fenza (posto unico, 25 euro); ancora al tramonto (ore 18,00) a Pollena Trocchia, sui conetti vulcanici del Carcavone (ore 18,00, con ingresso gratuito) suoneranno il Solis String Quartet a cui si aggiungeranno Luca Aquino (tr.) e Gianluca Brugnano con il progetto “Vesevus”, il 16 Settembre ad Ottaviano, al Palazzo Mediceo (ore 20,00

con ingresso gratuito) toccherà al Marco Zurzolo Quartet animare la serata presentando il disco “Chiamate Napoli…081”, con Francesco Nastro (p.), Gigi De Rienzo (cb.) e Claudio Romano (batt.), mentre il 17 settembre, al Parco delle Acque di Pomigliano d’Arco (ore 20,00, ingresso gratuito), sarà presente il trio DEA del contrabbassista Daniele Sorrentino, con Andrea Rea (p.) e Elio Coppola (batt.), a seguire Bugge Wesseltoft (p.) e Christian Prommer (batt. e perc.) e poi il gruppo Loco Ironico, fondato dal cantante britannico Joe Cang e dal pianista Matteo Saggese, compositore e produttore artistico di Celine Dion, Giorgia, Pino Daniele, Zucchero. Il 18 settembre, sempre al Parco delle Acque di Pomigliano D’Arco (ore 20,00, ingresso gratuito), sarà la volta di Franco Piccinno in piano solo, a cui farà seguito Enzo Avitabile con “ Napoli Song” accompagnato dalla ONJ Orchestra Napoletana di Jazz diretta da Mario Raja, per finire poi con il quintetto di Gianni Bardaro e Pierluigi Villani che presenteranno il loro ultimo lavoro discografico “Next Stop”. Da non perdere assolutamente l’appuntamento del 20 settembre alle Basiliche Paleocristiane di Cimitile (ore 20,00, posto numerato 20 euro) con il fisarmonicista Richard Galliano con il New Musette Quartet, mentre all’Anfiteatro Romano di Avella, il 23 settembre (ore 20,00 – platea 25 euro, gradinata 15 euro) grande concerto offerto da Ornella Vanoni dal titolo “Free Soul”, preceduto dall’esibizione del trio di Armanda Desidery. Chiuderà la rassegna il Trio di Salerno, composto da Sandro Deidda (sax tenore, soprano e clarinetto), Guglielmo Guglielmi (pianoforte) e Aldo Vigorito (contrabbasso) il 24 settembre, al Museo Emblema di Terzigno (ore 20,00 ingresso gratuito). Il tutto condito con itinerari turistici ed enogastronomici presenti in tutte le serate dei concerti, da guide all’ascolto, con accesso gratuito, a Pomigliano D’Arco (Spazio Musica), da spettacoli per bambini, dal titolo “Come Alice…in Jazz”, il 17 e 18 settembre sempre a Pomigliano D’Arco (Giardini d’Infanzia), e da una mostra incentrata sulla storia del Pomigliano Jazz (Info: 081.8032810 – 3313581151 – www.pomiglianojazz.com). Pasquale Gentile


Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Torna su
CasertaNews è in caricamento