Appuntamenti festival 'Trionfo del Tempo' e 'Medievalia'

Prata Sannita - Fitto programma di eventi per il festival di musica medievale, rinascimentale e barocca "Il Trionfo del Tempo e del Disinganno". Infatti, al concerto (ingresso libero ma su prenotazione da richiedersi ad assodur@yahoo.it o al...

Fitto programma di eventi per il festival di musica medievale, rinascimentale e barocca "Il Trionfo del Tempo e del Disinganno". Infatti, al concerto (ingresso libero ma su prenotazione da richiedersi ad assodur@yahoo.it o al 347-1923889) di Sabato 17 luglio ore 19.30 in Prata Sannita (CE), castello Scuncio Daga (protagonista il gruppo Musica Rediviva di Budapest in costume antico) seguirà una intensa giornata interamente dedicata al Medioevo:
Domenica 18 luglio, dalle 10 alle 21Castel San Vincenzo, Palazzo de Jorio-Frisari e Abbazia"Medievalia" – anteprima
"Medivalia" – corsi estivi di cultura materiale del Medioevo – è organizzata dall'Associazione Culturale "Francesco Durante" di Caserta, dal Centro Studi per il Medioevo di Terra di Lavoro di Raviscanina e dall'Associazione Culturale "Ave Gratia Plena" di Limatola, e si articola in 3 momenti (i prossimi: dal 27 al 29 agosto in Raviscanina; 25-26 settembre, Pontelatone). Calendario analitico sul sito www.vicusmedievalis.altervista.org.
Il ricco programma degli incontri di Domenica 18 in Castel San Vincenzo (IS) prevede conferenze sulla storia (D. Caiazza), sulla ruolo della donna nella musica del medioevo con ascolti dal vivo (I. Febbraio), sui sapori della cucina medievale (P. Vertucci), sulla scienza e gli strumenti di misura con la dimostrazione del loro funzionamento (P. Di Lorenzo), un laboratorio di introduzione alla danza antica (R. Bove) ed una visita guidata (F. Valente) alla celebre abbazia benedettina di San Vincenzo al Volturno, uno dei centri culturali e politici più importanti del Medioevo meridionale. Completano il programma l'animazione della liturgia eucaristica (ore 12, Abbazia) con musiche sacre del Medioevo italiano (eseguite in costume e con strumenti antichi) e il concerto / spettacolo conclusivo (ore 19.30, Palazzo de Jorio-Frisari) dedicato alla cultura goliardica ed animato dalla ricostruzione di danze in costume antico.
Insomma, una occasione, rara nell'area meridionale, per toccare con mano il modo di vivere e di pensare di oltre settecento anni or sono.
L'ingresso ai concerti è gratuito e libero. La partecipazione alle conferenze e ai laboratori è gratuita ma subordinata alla registrazione, causa il numero limitato di posti. Modulo di iscrizione e programma dettagliato sono sul sito www.vicusmedievalis.altervista.org.

Potrebbe interessarti

  • Maschera rigenerante per capelli secchi e crespi: la ricetta della nonna

  • Un casertano ai mondiali dei parrucchieri a Parigi

  • Frutti rossi ed anguria per combattere le gambe gonfie e pesanti

  • Trucco illuminante: ecco la nuova tecnica e come applicarla

I più letti della settimana

  • Affiora cadavere in mare, dramma sulla spiaggia

  • Colpo da 'Zara', fermata dai carabinieri con mille euro in vestiti

  • Pentiti ed arresti non hanno scalfito i Casalesi. Ecco la nuova mappa dei clan nel casertano I FOTO

  • Tragedia sulla provinciale: muore motociclista

  • Trovato morto dalla moglie sotto il porticato di casa

  • Arrestato il cassiere dei Casalesi: smantellato il business dei cartelloni pubblicitari

Torna su
CasertaNews è in caricamento