Carlo Cafiero e la Banda del Matese alla Biblioteca di Imola

Gallo Matese - Martedì 11 dicembre 2012, alle ore 20,30, presso la Biblioteca Comunale di Imola, in collaborazione con l'Assessorato alla Cultura del Comune di Imola, sarà proiettato il documentario: "Carlo Cafiero, il figlio del sole" di Ezio...

071017_Carlo_Cafiero

Martedì 11 dicembre 2012, alle ore 20,30, presso la Biblioteca Comunale di Imola, in collaborazione con l'Assessorato alla Cultura del Comune di Imola, sarà proiettato il documentario: "Carlo Cafiero, il figlio del sole" di Ezio Aldoni e Massimo Lunardelli. Seguiranno gli interventi di Bruno Tomasiello, autore del volume: "La Banda del Matese – 1876/1878 – I documenti, le testimonianze, la stampa dell'epoca" e di Massimo Ortalli, responsabile dell'archivio storico della Federazione Anarchica Italiana di Imola.
Il documentario, presentato in prima nazionale a Benevento, lo scorso mese di gennaio, alla presenza del regista Ugo Gregoretti, racconta la breve ed intensa vita di Carlo Cafiero (1846-1892), anarchico, primo traduttore in Italia delle opere di Marx, figura centrale della Prima Internazionale socialista europea, che fu tra i protagonisti del tentativo insurrezionale della primavera del 1877 a San Lupo (BN), Letino e Gallo Matese (CE).Imola, la città che diede i natali ad Andrea Costa e dalla quale partirono la maggior parte dei componenti della Banda del Matese, rivivrà, in tal modo, un pezzo importante della storia politica e sociale del Mezzogiorno d'Italia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Psicosi coronavirus, monitorati altri 2 casi nel casertano. Sono rientrati dal Nord nelle ultime ore

  • Coronavirus, i sindaci chiudono le scuole per tutta la settimana

  • Psicosi coronavirus, caso sospetto in ospedale: attivato il protocollo sanitario

  • Mamma costretta a fare orge per mantenere la figlioletta: "Se smetti ti uccidiamo"

  • Latitante arrestato in una villetta del casertano, in manette anche un commerciante

  • Sospetto Coronavirus, paziente isolato. Si attiva il protocollo

Torna su
CasertaNews è in caricamento