Inaugurazione Falesia dellEremo Monte Maggiore

Rocchetta e Croce - Sarà all'insegna dello sport, della natura e della cultura, la manifestazione che si terràpresso l' eremo medioevale del S. Salvatore, nel Comune di Rocchetta e Croce nelprossimo week-end. Sito su una rupe a 850m. s.l.m. nel...

062307_particolare_campana

Sarà all'insegna dello sport, della natura e della cultura, la manifestazione che si terràpresso l' eremo medioevale del S. Salvatore, nel Comune di Rocchetta e Croce nelprossimo week-end. Sito su una rupe a 850m. s.l.m. nel versante Sud del Monte Maggiore,l'eremo domina la Pianura Campana facendo spaziare lo sguardo da Punta Campanellasino al golfo di Gaeta. Le imponenti guglie che si innalzano dal bosco consentonoun'arrampicata aerea ed estremamente mozzafiato con difficoltà dal IV al VII grado.Grazie alle sinergie tra il Comune di Rocchetta e Croce, il Club Alpino Italiano sez. diPiedimonte Matese ed altre Associazioni del territorio, dal prossimo week-end saràpossibile cimentarsi in tutta sicurezza in questo sport che finalmente trova spazio sullacatena dei monti Trebulani, ora anello di congiunzione tra le pareti della CostieraAmalfitana ed i siti di arrampicata del Centro Italia.
Nella mattinata di sabato 20, il Centro Studi sul Medioevo di Terra di Lavoro scoprirà unalapide nei pressi della cappella votiva, in memoria della dimora nell'eremo di SanSalvatore di S. Anselmo d'Aosta, filosofo, Arcivescovo di Canterbury e Primate d'Inghilterra, che qui realizzò la sua principale opera cioè il Cur Deus homo e della Giornatain onore del Santo celebrata nella parrocchia di Rocchetta e Croce nel 2009 nellaricorrenza del novecentesimo anniversario. Officerà la santa messa Don Daniele D'eliaparroco alpinista proveniente dalla diocesi di Taranto ed ivi cappellano dell'ospedalecivile.
La giornata di domenica 21 sarà invece interamente dedicata all'arrampicata: le guideaccompagneranno i visitatori a gruppi lungo i sentieri che salgono all'Eremo e sarà inoltrepossibile raggiungere l'eremo di Frate Janne, sul versante opposto della montagna.
Il connubio cultura, natura e sport si esalta e raccorda, attraverso eventi come questi, aigrandi temi della storia e civiltà d'Europa. Infatti, il Santo nativo d'Aosta studiò in Francia,profuse il suo impegno in Inghilterra, ma nel sole del Reame di Napoli ed in quest'eremodel Monte Maggiore trovò concentrazione e pace per realizzare il suo capolavorofilosofico.
Preziosa è anche la sinergia delle associazioni culturali che operano di concerto col ClubAlpino Italiano per la tutela di questo rarissimo monastero-fortezza di epoca carolingia, trai pochi giuntoci non solo praticamente intatto, ma in un inalterato contesto naturalistico econ un retaggio storico di dimensione europea.
Hanno partecipato all'organizzazione di quanto sopra, in ordine alfabetico: Airmovie Lab,Centro Studi sul medioevo di Terra di Lavoro, Climbing House, Gruppo ArcheologicoTrebula Balliensis, Locomotiv Paz Onlus, S.Pe.M.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Ucciso per un'offesa a Zagaria", il manoscritto di Schiavone finisce nel processo

  • Auto si schianta contro i Ponti della Valle, morto 48enne | FOTO

  • Il vento abbatte le luminarie, alberi e pali della luce a terra | FOTO E VIDEO

  • Tutor sull'Asse Mediano, giudice annulla la multa per cartelloni e limite di velocità

  • Esplode bombola di gas in una palazzina | FOTO E VIDEO

  • Zagaria attacca Schiavone dopo la testimonianza

Torna su
CasertaNews è in caricamento