E' guerra tra centro commerciale Jambo e sindacato per i 20 lavoratori licenziati

L'amministratore Scarpa: "Vie legali per il danno di immagine"

Il presidio davanti l'ingresso del centro commerciale Jambo

E’ guerra tra sindacati e centro commerciale Jambo. L’amministratore unico della struttura di Trentola Ducenta, Salvatore Scarpa, ha infatti annunciato l’intenzione di adire alle vie legali a tutela dell’immagine del centro commerciale dopo il presidio che si è tenuta questa mattina da parte del sindacato Usb, a difesa dei venti lavoratori licenziati dal Conad. Striscioni sono stati infatti esposti all’ingresso del Jambo dai manifestanti che chiedono l’immediato reintegro dei giovani lavoratori che lavorano nel settore logistica per la ‘Logi Service’, società che opera la piattaforma Conad – Pac2000.

Scarpa invece condanna “il disagio arrecato agli esercenti ed avventori del centro commerciale da sedicenti manifestanti che esponendo striscioni e distribuendo volantini a firma del sindacato autonomo Uus, pur non essendo formalmente autorizzati dalle autorità, hanno messo in scena abusivamente all'interno dell'area parcheggio privata del centro commerciale, un presidio in difesa di lavoratori licenziati prima del periodo natalizio da cooperative dell’indotto Conad”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’amministratore unico, pur esprimendo solidarietà nei confronti dei lavoratori licenziati, ribadisce che “nessun lavoratore sia stato licenziato nell’ultimo periodo né dalla Cis Meridionale S.r.l. né dal circuito Conad interno al centro commerciale”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le nuove leve dei Casalesi con a capo il figlio del boss: 18 arresti

  • Morti al ritorno dal mare, lacrime e dolore per l’addio a Donato ed Asia

  • Pentito svela la 'strategia del clan': "Bloccavamo gli imprenditori di Zagaria in cambio del 10% dell'appalto"

  • False ricette per intascare i soldi dall'Asl Caserta: chiuse le indagini per 14 persone

  • Botto in autostrada, auto distrutte dopo lo schianto | FOTO

  • Le confessioni in carcere del rampollo: “10mila euro al mese al padre ergastolano. Ha incontrato Zagaria a Modena”

Torna su
CasertaNews è in caricamento