Industrie hi-tech, la provincia di Caserta ‘locomotiva’ campana

Dati positivi dallo studio della Camera di commercio di Milano: Terra di lavoro tra le migliori del Mezzogiorno

La provincia di Caserta è la “Silicon Valley” campana. Ad attestare il dato sulla maggiore presenza di imprese ad alta e medio-alta tecnologia è uno studio condotto dalla Camera di commercio di Milano Monza Brianza e Lodi relativamente alle imprese italiane classificate secondo i settori tecnologici stilati dall’Ocse.

A sviluppare i dati è il maggiore quotidiano economico italiano, il Sole 24 Ore: la locomotiva d’Italia, non una sorpresa, è la provincia di Milano, dove il 6,3% delle imprese caratterizzato da un alto livello di tecnologia, seguita poi da Trieste (5,7%), Roma (4,6%), Bologna e Torino, (entrambe appaiate a 4,5%).

Caserta non è comunque molto distante, con l’1,7%, ma soprattutto è la prima provincia in Campania: peggio fanno infatti Napoli (1,7%), Salerno (1,6%), Benevento (1,5%) e Avellino (1%).

Terra di lavoro è ai vertici anche per quanto riguarda il Mezzogiorno: a fare meglio sono solo Enna (2,5%) e Catania (2%), mentre Taranto e Brindisi si attestano su percentuali simili.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mani massacrate a martellate: un casertano tra i picchiatori del gruppo Contini

  • Cenerentola chiude, l'addio in una lettera: "50 anni bellissimi"

  • Il figlio non torna a casa, papà lo trova con gli amici e accoltella un 16enne

  • Blitz di Luca Abete a Marcianise dopo il servizio sul reddito di cittadinanza

  • Traffico in tilt all'uscita di Caserta Sud

  • Auto esce fuori strada e si schianta contro albero su viale Carlo III I GUARDA LE FOTO

Torna su
CasertaNews è in caricamento