Marzo in Cgil Caserta, un mese per i diritti delle donne

Caserta - La Cgil di Caserta, attenta a tutte le problematiche legate alla tutela della donne, promuove Il mese dei diritti, rendendo speciale e unico il mese di Marzo, che sarà ricco di mobilitazioni, prima fra tutte, la giornata internazionale...

camilla bernabei

La Cgil di Caserta, attenta a tutte le problematiche legate alla tutela della donne, promuove Il mese dei diritti, rendendo speciale e unico il mese di Marzo, che sarà ricco di mobilitazioni, prima fra tutte, la giornata internazionale della donna e i temi della campagna referendaria #CON2SI. Ormai è una consuetudine quella che vede le donne – in occasione dell’otto marzo – scendere in piazza, in tutto il mondo, contro la violenza, contro le discriminazioni e contro le disuguaglianze nel lavoro. Tutto ciò col fine di rivendicare il loro diritto all’autodeterminazione e per difendere i diritti umani. La Cgil è un’organizzazione da sempre impegnata nel pretendere la parità di genere in tutta la sua completezza, a maggior ragione nel mondo del lavoro, discutendo su temi che riguardano tutti, non soltanto le donne. Basti ricordare che in termini di disuguaglianze salariali siamo tra i primi Paesi in Europa; il che rende le donne più esposte, perché la povertà e la precarietà rendono molto difficile per loro sottrarsi alla violenza maschile e tornare a una vita libera. È noto, inoltre, che le donne, insieme ai giovani, sono particolarmente penalizzate dalla crisi economica, il che sta inasprendo finanche le disuguaglianze tra le stesse donne, per esempio tra chi ha figli e chi non ne ha. “é necessario, quindi, un salto in avanti, e lo dobbiamo fare tutte insieme: donne dei sindacati, della politica, delle associazioni. La costruzione di una potente rete di donne è fondamentale per parlare un linguaggio corale, forte, non difensivo, né divisivo. – ha dichiarato Camilla Bernabei, Segretaria Confederale della CGIL Caserta - La Cgil ha scelto di mettere al centro della propria azione contrattuale e sociale il tema della dignità, della libertà, dei diritti, del lavoro e delle ingiuste disparità: in questa direzione va anche la campagna per i due SI ai referendum popolari sul lavoro, per abrogare i voucher e per la responsabilità solidale negli appalti, in cui siamo impegnati con tutte le nostre forze. Appalti e voucher riguardano la condizioni di milioni di lavoratori e lavoratrici in questo Paese. Più della metà sono donne. Ecco perché l’8 marzo non può essere e non sarà una giornata rituale, il nostro 8 marzo sarà una giornata di lotta e di confronto.

Dalle ore 9.00 allestiremo un gazebo informativo all’esterno dell’area del mercato di Caserta e resteremo in presidio per tutta la mattinata, con gazebo informativi e con il camper dei diritti - in collaborazione con l’INCA - dedicato all’assistenza ed all’informazione su lavoro, previdenza e prestazioni sociali”.

Le iniziative della Cgil, organizzate con la Flc si ripeteranno: sabato 11 marzo dalle ore 9.00 ad Aversa, in Piazza Municipio, e dalle ore 16.00 a Capua, Piazza Dei Giudici; continuerà giovedì 23 marzo, dalle ore 12.00 a Castel Volturno, nel piazzale antistante l’Istituto Comprensivo Castel Volturno Centro, a Via Occidentale.

E’ opportuno che tutte le realtà associative e tutte le donne e gli uomini del territorio - chiamati a partecipare – apportino il loro contributo alle attività proposte – ha dichiarato Gaetanina Ricciardi, Segretaria Provinciale Flc Caserta – in particolare è importante che partecipino ad una grande assemblea promossa dalla Cgil di Caserta e dalla Flc, che si terrà venerdì 17 marzo, presso la Camera del Lavoro CGIL di Caserta, nel corso della quale si continuerà a discutere della campagna referendaria, delle rivendicazioni delle donne e del cambiamento per cui ci si sta mobilitando da tempo”.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Torna su
CasertaNews è in caricamento