“La crisi c’è per tutti, noi facciamo la nostra parte non aumentando i prezzi”

Antonio Lavoretano, titolare di una macelleria, parla delle conseguenze del coronavirus

Antonio Lavoretano, titolare di una macelleria a San Nicola la Strada

“Le conseguenze dell’emergenza coronavirus sono sotto gli occhi di tutti ed i dati sull’aumento dei prezzi che c’è stato in Campania raccontano solo una parte della verità”. A parlare è Antonio Lavorerano, titolare di una macelleria in via Leonardo da Vinci a San Nicola la Strada, che racconta la sua visione della ‘Fase 3’ della pandemia: “La crisi c’è e si vede e noi, nel nostro piccolo, abbiamo cercato, e lo stiamo facendo ancora, di andare incontro ai clienti”. Come? “Non aumentando i prezzi - spiega - Purtroppo durante il lockdown, anche per questioni legate strettamente al mercato ed alle richieste in aumento, ci sono stati prezzi che sono man mano saliti, ma noi invece abbiamo adottato un’altra strategia, quella di mantenerli costanti, per dare così anche noi un aiuto alle famiglie che già si trovavano a vivere situazioni non semplici. C’è chi ha perso il lavoro, chi ha atteso per mesi la cassa integrazione e chi invece si è ritrovato con quasi nulla in mano. Bisogna pensare a quella che è la realtà che ci circonda ed adottare decisioni consequenziali”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Morti al ritorno dal mare, lacrime e dolore per l’addio a Donato ed Asia

  • Le nuove leve dei Casalesi con a capo il figlio del boss: 18 arresti

  • Casa del sesso in centro, arrestata latitante internazionale

  • Tangenti per gli appalti di esercito ed aeronautica, indagato tenente colonnello casertano

  • Botto in autostrada, auto distrutte dopo lo schianto | FOTO

  • Le confessioni in carcere del rampollo: “10mila euro al mese al padre ergastolano. Ha incontrato Zagaria a Modena”

Torna su
CasertaNews è in caricamento