Jabil, si muove anche la Regione: "No ai licenziamenti". Fissato un vertice a Confindustria

Rappresentati sindacali a Napoli in commissione, ma è in dubbio la presenza a Caserta

La riunione in Regione coi rappresentanti dei dipendenti Jabil

Si apre anche in Regione Campania la vertenza sui licenziamenti della Jabil. I rappresentanti sindacali dello stabilimento di Marcianise dove 350 operai rischiano il licenziamento sono stati accolti oggi per un tavolo di lavoro per capire come affrontare i prossimi passi in attesa, anche, di una nuova convocazione al Ministero dello Sviluppo Economico dopo che l’ultima riunione non ha dato i frutti sperati. 

L’assessore Sonia Palmeri ha sottolineato di aver già chiesto di coinvolgere il management centrale americano nella vertenza e di volere chiarimenti perché la Labil non è in crisi di mercato. Il presidente della commissione regionale Marrazzo ha dichiarato che sosterrà sempre le lotte dei lavoratori perché nessun posto può essere perso. Il consigliere regionale Stefano Graziano ha aggiunto: “Oggi siamo qui in commissione per dare solidarietà ai lavoratori che stanno intraprendendo azioni di lotta e per dare il giusto supporto istituzionale ad una vertenza che rischia di avere ricadute drammatiche sui livelli occupazionali della provincia di Caserta. E siamo qui anche per capire cosa è cambiato in questi ultimi anni, da quando cioè è stato inaugurato il centro Blue Sky, attraverso cui Jabil sembrava voler puntare su Marcianise. Dal 2001 a oggi sono state già troppe le acquisizioni che hanno prodotto licenziamenti e ammortizzatori sociali in un territorio che era punto di riferimento per l'industria tecnologica del paese”. 

Intanto per giovedì mattina è stato convocato un nuovo tavolo nella sede di Confindustria Caserta, ma i rappresentanti sindacali non hanno ancora sciolto la riserva sulla loro presenza dopo che l’incontro dei giorni scorsi non ha dato alcun segnale di apertura verso la revisione dei provvedimenti di licenziamento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le auto di lusso del "signore della cocaina" nascoste in un garage casertano

  • La Dea Bendata bacia Caserta con una quaterna da 124mila euro

  • Scuole chiuse in provincia di Caserta: ecco i sindaci che hanno già firmato

  • “Un Mose anche per Caserta”. La foto che fa il giro del web

  • Benzina 'truccata', la finanza sequestra distributore di carburante

  • Il convento delle suore finite sotto indagine diventa proprietà del Comune

Torna su
CasertaNews è in caricamento