Jabil, inizia la terza settimana di passione per 350 dipendenti

Nuovo presidio in Comune dove è previsto anche il Consiglio

Riprenderà lunedì la protesta dei lavoratori della Jabil, la società Usa delle telecomunicazioni con sede a Marcianise (Caserta), i cui vertici hanno deciso di licenziare 350 lavoratori su oltre 700 addetti. Dopo il sit-in davanti alla Prefettura di Caserta e alla sede di Confindustria, domani i lavoratori si muoveranno in corteo verso il Municipio di Marcianise dove si svolgerà un dibattito in consiglio comunale sul futuro dei lavoratori, nel corso dell'assise chiesta da più forza politiche. I lavoratori, oggi in pausa, hanno però allestito un presidio fisso all'esterno dello stabilimento. Al prefetto di Caserta avevano chiesto di intercedere presso il ministero del Lavoro per informarlo sulle loro rivendicazioni. Lunedì inizierà la terza settimana di protesta.

Potrebbe interessarti

  • Maschera rigenerante per capelli secchi e crespi: la ricetta della nonna

  • Frutti rossi ed anguria per combattere le gambe gonfie e pesanti

  • Trucco illuminante: ecco la nuova tecnica e come applicarla

  • Quanto tempo bisogna aspettare per fare il bagno dopo aver mangiato?

I più letti della settimana

  • Affiora cadavere in mare, dramma sulla spiaggia

  • Un impero da 300 milioni di euro sequestrato all'imprenditore in odore di camorra

  • Pentito non attendibile, dissequestrato l'impero milionario dell'imprenditore calzaturiero

  • Tragedia sulla provinciale: muore motociclista

  • Rolex e Pandora falsi, arrestato orafo del Tarì

  • Arrestato il cassiere dei Casalesi: smantellato il business dei cartelloni pubblicitari

Torna su
CasertaNews è in caricamento