Caso ‘Conocchia’, il sindaco diserta il tavolo in Prefettura

All’incontro erano presenti i segretari di Confimprese e Confial Caserta

Pietro Monaco

Colpo di scena al tavolo convocato in Prefettura per risolvere il braccio di ferro innescatosi tra ‘La Conocchia Srl’ e l’amministrazione comunale di Curti. Infatti, è terminato poche ore fa il vertice tenutosi negli uffici di piazza Vanvitelli, disertato sia dal sindaco Antonio Raiano che da qualche dirigente in rappresentanza dello stesso ente comunale di Curti. Al tavolo, al contrario invece erano presenti sia la rappresentanza sindacale dei lavoratori de ‘La Conocchia’ che quella datoriale.

Il segretario generale di Confimprese Caserta, Pietro Monaco al termine dell’incontro ha dichiarato: “Siamo sorpresi per l’assenza del comune di Curti, si è persa un’occasione per risolvere la problematica della Conocchia Srl”.

Sulla stessa lunghezza d’onda anche Umberto Ospite di Confial Caserta: “Nel prendere atto della presenza della sola azienda e del totale disinteresse dimostrato dal comune di Curti rispetto ai lavoratori che garantiscono in suo favore servizi di primaria importanza, dichiaro che ormai il tempo è scaduto e verranno intraprese forme di lotta nel rispetto della legge. Si esprime rammarico per la mancanza di volontà di addivenire ad una soluzione del problema”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le parti intervenute stamattina negli uffici della Prefettura di Caserta, sono state ricevute dal dirigente del servizio preposto alla procedura di raffreddamento e conciliazione, che ha stilato un verbale che invierà ‘ad horas’ a tutti gli interessati. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Due casi fuori la 'zona rossa' di Mondragone. Un nuovo caso anche a Falciano

  • Zona rossa a Mondragone, pediatri di famiglia preoccupati: "Scaricate l'app Immuni"

  • Sgominata la banda dei magazzinieri: arresti anche nel casertano

  • Macchia nera in mare, era letame. Denunciati padre e figlio

  • Schiavone: "La Provincia era un ente permeabile grazie a Ferraro e Cosentino"

  • Droga venduta al bar sull'asse Caivano-Caserta, 11 indagati

Torna su
CasertaNews è in caricamento