Assemblea Terziario: presentato Premio best practices

Caserta - Rendere visibile l’innovazione prodotta ed i risultati ottenuti grazie ai progetti forniti dalle aziende di servizi, in modo da favorire un virtuoso processo di emulazione per la diffusione capillare della cultura di best practices...

Rendere visibile l’innovazione prodotta ed i risultati ottenuti grazie ai progetti forniti dalle aziende di servizi, in modo da favorire un virtuoso processo di emulazione per la diffusione capillare della cultura di best practices. Questo il senso dell’iniziativa promossa dal presidente della sezione Terziario Avanzato e Servizi alle Imprese di Confindustria Caserta, Antonio Guttoriello, che oggi ha riunito l’assemblea per presentare, appunto, il Premio Best Practices per l'Innovazione. Giunto alla seconda edizione, il premio è organizzato in collaborazione con i Gruppi del Terziario Avanzato/Servizi Innovativi di tutte le territoriali campane, con Confindustria Servizi Innovativi e Tecnologici, e con la spinta determinante del Gruppo Servizi Innovativi e Tecnologici di Confindustria Salerno, il cui presidente, Roberto Magliulo, non a caso ha partecipato ai lavori dell’assemblea.Obiettivo del premio, in particolare, è quello di rendere visibile l’innovazione prodotta ed i risultati ottenuti dalle progettualità imprenditoriali realizzate da aziende di servizi a favore di committenti privati e/o pubblici, valutate sulla base di cinque indicatori. Questi, in particolare. 1) Innovatività delle soluzioni organizzative, di processo e tecnologiche introdotte dal progetto rispetto allo stato dell’arte nazionale ed internazionale. 2) Innovatività delle soluzioni organizzative, di processo e tecnologiche introdotte dal progetto rispetto allo stato della pratica nel settore applicativo di riferimento. 3) Qualità del piano economico e dei vantaggi, derivanti dal progetto, per il proponente e per il cliente. 4) Trasferibilità dei risultati del progetto in contesti differenti e industrializzazione dei risultati; 5) Valutazione del contributo fornito dal progetto alla crescita di competenze ed alla formazione di risorse specializzate.“L’innovazione dei processi in uno con quella dei prodotti – ha affermato Guttoriello spiegando il senso dell’iniziativa – è ormai uno dei principali fattori di sviluppo delle aziende. La diffusione delle buone pratiche, anzi, è un passo fondamentale per affermare standard di qualità di cui non si può fare più a meno se si vuole reggere la sfida della concorrenza globale”. L'organizzazione del premio si avvale di un team di docenti universitari provenienti dalle migliori facoltà della regione. I progetti devono essere presentati entro e non oltre il 26 ottobre p.v.
La premiazione finale delle “eccellenze”, si terrà in occasione dell’evento conclusivo previsto per fine novembre e che rientra nel progetto "Imprese per l'Innovazione" (IxI= I3) promosso da Confindustria, e dedicato appunto all'innovazione di prodotto e di processo. Aperto alla partecipazione di tutte le aziende, ulteriori informazioni potranno essere reperite presso la segreteria della sezione in Confindustria Caserta.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "I Casalesi comandano ancora". La Dia ricostruisce la mappa dei clan nel casertano | FOTO

  • Uccide uccelli di specie protetta, sequestrato fucile e animali a cacciatore | FOTO

  • Avete sete dopo aver mangiato la pizza? Ecco i 3 motivi per cui accade

  • Chiede alla fidanzata di sposarlo durante la sfilata dei bottari | VIDEO

  • Il business della monnezza dei Casalesi, la Dia: "Veleni nell'acqua e nelle strade"

  • Due nuovi ufficiali per i carabinieri di Aversa: arrivano Di Mario ed Avolio

Torna su
CasertaNews è in caricamento