La Penisola del Tesoro del Touring Club in citta'

Aversa - La Penisola del Tesoro, la ormai famosa manifestazione del Touring Club Italiano, tesa alla conoscenza dei centri cosiddetti minori e che tali sono per la loro notorietà ma non certo per l’importanza dei tesori di arte e di cultura che...

La Penisola del Tesoro, la ormai famosa manifestazione del Touring Club Italiano, tesa alla conoscenza dei centri cosiddetti minori e che tali sono per la loro notorietà ma non certo per l’importanza dei tesori di arte e di cultura che raccolgono, volge ormai alla VIII edizione, e quest’anno per la Campania, domenica 18 Marzo, sarà ad Aversa. “La candidatura della città, nota nel passato per tristi luoghi di reclusione ed oggi soprattutto per essere località produttrice per eccellenza della mozzarella di bufala e del vino asprinio, proposta dal nostro console per il Touring Club Sergio D’Ottone, mi è sembrata subito eccellente e ben adatta a sfatare, appunto, queste conoscenze solo parziali ed a sottolineare l’importanza che Aversa ha per la presenza sul territorio di siti di assoluto interesse storico-culturale – ha esordito Amedeo Tarsia in Curia, Vicepresidente del Touring Club Italiano. La presenza in Cattedrale di un cripto-portico normanno di straordinaria bellezza ed armonia architettonica, basterebbe da sola a giustificare la tappa della Penisola ad Aversa. L’esistenza, poi, in città di innumerevoli Chiese che, ognuna per il suo verso, rappresentano epoche, stili architettonici e opere d’arte di ogni secolo, conferma una giusta scelta, che valorizza e pone in rilievo l’importanza della città di Aversa nel contesto dei valori storico-culturali della nostra regione”. “Sono soddisfatto della conquista che la città ha conseguito – ha ribadito il dott. Sergio D’Ottone, console per Aversa del TCI, fiduciario regionale nonché coordinatore campano dei fiduciari della storica Associazione sin dal 2001, peraltro confermato per questo incarico per il prossimo triennio per il brillante lavoro svolto finora, teso a sviluppare il proselitismo associativo in tutta la regione specialmente negli ambienti aziendali,culturali e scolastici. “Nella nostra città manca una politica di promozione del territorio – ha continuato D’Ottone; questa che il TCI ci ha offerto è una possibilità per contribuire a valorizzare questa terra che ha molteplici potenzialità e che, in quella giornata, potrà sfoggiare sulla scena nazionale”. La manifestazione del Touring richiamerà ad Aversa oltre mille persone, da tutta la Campania e non solo, e vedrà, per la prima volta in una città del Sud Italia, la presenza del Presidente del TCI, il prof. Roberto Ruozi, del Vice Presidente, l’Avv. Amedeo Tarsia in Curia, e dei consoli del TCI di tutta la Campania che per l’occasione terranno una riunione in città. Per la prima volta Aversa aprirà le porte dei suoi monumenti e delle proprie opere d’arte al grande pubblico, diventando un polo di attrazione turistico-culturale nazionale, con le conseguenti ricadute di natura economico-commerciale. All’importante evento prenderà parte anche il Comune di Aversa e la Curia Vescovile che, nella persona di S.E. Mons. Mario Milano, ha accolto con entusiasmo la proposta del TCI di individuare nel Complesso del Duomo il sito principale della Penisola del Tesoro, fulcro delle visite guidate tenute dalle storiche dell’arte del Touring Club. Per i soci del TCI, oltre alla visita al monumento principale della città normanna, sono previste visite guidate anche ad altri siti importanti, grazie alla collaborazione dell’Accademia Italiana Domenico Cimarosa, che potranno essere prenotate recandosi sul posto. Le prenotazioni a questi siti si effettuano nei rispettivi posti almeno quindici minuti prima dell’orario d’inizio delle visite guidate. Invece per la visita al monumento principale, ovvero il Complesso monumentale della Cattedrale, è necessaria la preventiva prenotazione, da effettuarsi quanto prima presso il Punto Touring di Napoli o anche chiamando al numero verde 840/888802. Il numero massimo dei partecipanti è quello delle disponibilità di visita del sito principale, 420 visitatori, mentre per i siti complementari sarà di trenta partecipanti per ogni gruppo di visita. Ogni sito sarà presidiato da un console ed ogni socio del TCI potrà portare con sé un solo accompagnatore. Previste degustazioni di prodotti tipici e una mostra di artigianato locale, mentre i negozi resteranno aperti per tutta la giornata ed i ristoranti avranno delle convenzioni.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Morti al ritorno dal mare, lacrime e dolore per l’addio a Donato ed Asia

  • Casa del sesso in centro, arrestata latitante internazionale

  • Finto contratto da badante per il permesso di soggiorno

  • Tangenti per gli appalti di esercito ed aeronautica, indagato tenente colonnello casertano

  • Botto in autostrada, auto distrutte dopo lo schianto | FOTO

  • Le confessioni in carcere del rampollo: “10mila euro al mese al padre ergastolano. Ha incontrato Zagaria a Modena”

Torna su
CasertaNews è in caricamento