Giglio di Mare curato CEA 'Torre Laura'

(Paestum) Il giglio di mare nella Costiera dei Fiori: le scuole mediedi I e II grado della provincia di Salerno hanno tempo fino al 10 marzo perpartecipare al concorso "fiore della Duna", per la conoscenza e lavalorizzazione della vegetazione...

(Paestum) Il giglio di mare nella Costiera dei Fiori: le scuole mediedi I e II grado della provincia di Salerno hanno tempo fino al 10 marzo perpartecipare al concorso "fiore della Duna", per la conoscenza e lavalorizzazione della vegetazione costiera.Il concorso di inserisce nell'ambito del programma "Costiera dei fiori"progetto: Giglio di Mare curato CEA "Torre Laura" di Paestum d'intesa con laRegione Campania assessorato alle politiche ambientali e assessoratoall'agricoltura e alle attività produttive.Obiettivo del concorso è la creazione di un logo-marchio che rappresenti ilgiglio di mare (fiore simbolo della duna), da apporre su piccoli vasi per lacommercializzazione sperimentale del fiore, con l'obiettivo di favorire laconoscenza della vegetazione delle sabbie e la valorizzazione dell'ecosistemacostiero, ecosistema fragile da difendere.La partecipazione è aperta a tutti gli alunni delle scuole medie di I e II gradodella provincia di Salerno. La partecipazione può avvenire sia in forma singola,sia mediante lavoro di classe e l'iscrizione è gratuita.Il modulo di partecipazione può essere scaricato dal sito web:www.paestum.com/gigliodimare e dovrà essere inviato all'indirizzo email:gigliodimare@paestum.com entro il 10 marzo 2007.I disegni dovranno pervenire entro il 15 marzo 2007 per posta, oppure consegnatidirettamente, presso la sede del Centro di Educazione Ambientale "Torre Laura"in Via Magna Grecia, 84063 Paestum (SA). Tra tutte le proposte inviate verrà selezionato dalla giuria un vincitore, ilsecondo ed il terzo classificato. Fotocamere digitali i premi.Il concorso non è che uno dei momenti finali del progetto "GIGLIO di MARE" che,partito nel 2006, vuole valorizzare e salvaguardare il contesto ambientale dellafascia costiera e del sistema dunale a Paestum per migliorarne la fruizione deicontesti naturali e culturali.Attraverso lo studio e il ripopolamento delle fasce dunali con vegetazionePSAMMOFILA e la selezione di una varietà di Gigli di Mare adatti allacommercializzazione si vuole intervenire per frenare il degrado di questo sito,valorizzando anche una ipotesi di attività economico nel settorefloro-vivaistico.Il progetto ha previsto numerosi percorsi di educazione ambientale, larealizzazione di musei viventi del Giglio di Mare e la realizzazione di unlaboratorio sperimentale in collaborazione con l'Istituto professionale perl'agricoltura "Lamia" di Gromola e l'istituto comprensivo "Carducci" diCapaccio).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • TERREMOTO Trema ancora la terra nel casertano

  • Folgorato durante i lavori in casa, operaio muore a 34 anni

  • Latitante arrestato in una villetta dopo un blitz di carabinieri e polizia

  • "Faccio una vita da 30mila euro al mese", la confessione al telefono del medico corrotto

  • TERREMOTO Scossa avvertita nel casertano

  • La vacanze dell'orrore: palpeggiata dal padre per un mese, ragazzina 13enne lo fa arrestare

Torna su
CasertaNews è in caricamento