Nasce la Fondazione: 4 milioni per promuovere la citta'

Sorrento - Circa 4 milioni di euro, nei prossimi tre anni, per lacultura e limmagine a Sorrento. Li hanno stanziati partner privati epubblici della nascente Fondazione Sorrento. Ma è solo linizio dellasottoscrizione delle quote, in quanto...

Circa 4 milioni di euro, nei prossimi tre anni, per lacultura e limmagine a Sorrento. Li hanno stanziati partner privati epubblici della nascente Fondazione Sorrento. Ma è solo linizio dellasottoscrizione delle quote, in quanto la Fondazione è aperta a tutte lealtre realtà produttive della Penisola sorrentina.A far parte dei soci fondatori ci sarà, il comune di Sorrento, lHitlonSorrento Palace, Centro Congressi, La società Marinvest s.r.l. e un pooldi 45 tra i più importanti alberghi della città, collegati allaFederalberghi. A presiedere lente, Gianluigi Aponte, sorrentino, da anni trasferitosia Ginevra ma con uffici operativi in Costiera, a capo della MediterraneanShipping Company e della flotta Msc.La presentazione a tutti i rappresentanti delle attività produttive e diservizi della Penisola sorrentina, avverrà oggi pomeriggio (sabato 10febbraio, alle 16,00) presso la sala consiliare del Comune. Quella diSorrento è un esempio di cooperazione tra pubblico e privato che contapochi esempi in Italia. Tra questi la Fondazione di Venezia, quella diFirenze, denominata Palazzo Strozzi, insediatasi a metà gennaio diquestanno e che ha ricevuto il plauso del ministro ai Beni culturaliFrancesco Rutelli. Per Gian Luigi Aponte, che ha accettato linvito delprimo cittadino, Marco Fiorentino, a presiedere la Fondazione, questa èun occasione importante per stare affianco alla propria città diorigine. Il mio legame affettivo verso Sorrento mi ha spinto adaccogliere linvito. Insieme al consiglio di amministrazione tracceremogli obiettivi da raggiungere, i tempi e i risultati che ci vogliamoprefiggere. Limportante sarà, in questo ambizioso progetto, essere tuttiuniti e sulla stessa lunghezza donda.Questo modello di fare cultura, promozione del territorio e valorizzazionedelle professionalità e dei prodotti tipici, è piaciuta a molti compartiproduttivi della città che stanno valutando lidea di consociarsi.Giovanni Russo, da poco insignito honoris causa, con una laurea inmanagement turistico, un riconoscimento prestigioso al suo operato, si èdetto entusiasta delliniziativa che vedrà il suo gruppo parte attiva nelprogetto. Anche per Costanzo Iaccarino, presidente della FederalberghiCampania e dellassociazione albergatori della costiera è un traguardonotevole insieme agli altri albergatori ha dichiarato Iaccarino abbiamoritenuto importante partecipare con i nostri capitali, per promuovere, inItalia e allestero, la nostra destinazione. Solo facendo unazione digruppo possiamo diventare competitivi verso lestero.Dal canto suo il sindaco Marco Fiorentino ha le idee ben chiare ''Abbiamoin mente di realizzare grandi mostre, eventi culturali di qualità,potenziare le manifestazioni di eccellenza di eno-gastronomia. Valuteremodi volta in volta con i consiglieri il percorso che attende la nostracittà che vanta secoli di storia e di turismo. Dobbiamo, insieme,valorizzare la città, il suo patrimonio, le sue capacità di attrarreturisti. Aggiunge, inoltre è grande la soddisfazione provata per limportante risposta degli imprenditori e della città tutta, di fronte allaprovocazione lanciata dallamministrazione, che è riuscita finalmente acoinvolgere tutte le classi produttive della città, in un progetto davverounico e innovativo.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Beccati con i colombacci appena abbattuti, nei guai coppia di bracconieri | FOTO

  • Schianto mortale con l'Apecar, un morto sull'Appia

  • Tragedia in ospedale, bambina muore dopo il parto

  • Camorra, chiesta la condanna per imprenditore accusato da Schiavone

  • Aggredisce i passanti, fermato dal campione di arti marziali

  • Camorra, l’allarme della Dda: “Casalesi 2.0 più insidiosi del vecchio clan”

Torna su
CasertaNews è in caricamento