Beni culturali, nasce distretto Terra di Lavoro: firmata intesa con Rutelli

Caserta - La Reggia di Caserta, che ospita da ieri il seminario di Governo, è al centro del programma di valorizzazione presentato stamane in conferenza stampa dal ministro dei Beni culturali, Francesco Rutelli, dal presidente della Provincia...

La Reggia di Caserta, che ospita da ieri il seminario di Governo, è al centro del programma di valorizzazione presentato stamane in conferenza stampa dal ministro dei Beni culturali, Francesco Rutelli, dal presidente della Provincia, Sandro De Franciscis, e dal sindaco di Caserta, Nicodemo Petteruti. Nella sala Giunta di corso Trieste è stata siglata la dichiarazione d’intenti con cui si istituisce il Distretto culturale di Terra di Lavoro, che raggruppa i siti di maggiore rilevanza del territorio quali Palazzo Reale, il settecentesco Belvedere di San Leucio e il borgo medievale di Casertavecchia. “Un risultato da cogliere entro il 2007”, ha annunciato Rutelli.
Tre gli obiettivi fissati dal documento sottoscritto: oltre alla nascita del Distretto, Ministero, Provincia, Comune e altri Enti coinvolti lavoreranno a una più stretta connessione fra Palazzo Reale, sito di San Leucio e Casertavecchia, attraverso la creazione di un itinerario “lungo il quale – ha detto Rutelli – fioriscano opportunità commerciali, turistiche, di informazione e ricettive”. Infine il ministro ha anticipato la nascita di un fondo nel corso di quest’anno destinato, attraverso la società Arcus, al ripristino e restauro del paesaggio: “Sarebbe significativo se il primo intervento in Italia potesse riguardare una delle cave casertane”, ha auspicato.
“Con questa iniziativa – ha sottolineato il presidente De Franciscis – cogliamo un primo concreto risultato della presenza del Governo a Caserta e dell’attenzione che ha voluto riservare a uno dei temi strategici per l’economia del nostro territorio”. Per il sindaco del capoluogo, Petteruti, “l’individuazione dell’asse Reggia-San Leucio fissa subito una direttiva progettuale su cui lavoreremo nelle prossime settimane”. L’assessore provinciale alle Politiche culturali, Tiziana Panella, ha spiegato che il lavoro di coinvolgimento di questi mesi sulla nascita di una rete fra i beni museali e culturali ha già portato all’adesione, oltre che del Ministero, anche degli Enti territoriali. Fra le altre quella della Camera di Commercio, ufficializzata questa mattina dal commissario Gustavo Ascione su mandato della Consulta dell’Ente camerale. “Il Museo Campano di Capua – ha aggiunto Panella – dovrà essere capofila di questa rete, che comprenderà con altre realtà museali diffuse sul territorio anche la Reggia di Carditello, di recente acquisita al patrimonio pubblico su iniziativa di Provincia e Regione”.

Potrebbe interessarti

  • Maschera rigenerante per capelli secchi e crespi: la ricetta della nonna

  • Un casertano ai mondiali dei parrucchieri a Parigi

  • Frutti rossi ed anguria per combattere le gambe gonfie e pesanti

  • Trucco illuminante: ecco la nuova tecnica e come applicarla

I più letti della settimana

  • Affiora cadavere in mare, dramma sulla spiaggia

  • Colpo da 'Zara', fermata dai carabinieri con mille euro in vestiti

  • Pentiti ed arresti non hanno scalfito i Casalesi. Ecco la nuova mappa dei clan nel casertano I FOTO

  • Tragedia sulla provinciale: muore motociclista

  • Trovato morto dalla moglie sotto il porticato di casa

  • Arrestato il cassiere dei Casalesi: smantellato il business dei cartelloni pubblicitari

Torna su
CasertaNews è in caricamento