Sviluppo, documento industriali casertani al premier

Caserta - Colloquio riservato, presso la Provincia di Caserta, oggi pomeriggio, del presidente del Consiglio Romano Prodi con il presidente di Confindustria Caserta Carlo Cicala e i segretari provinciali di Cgil, Cisl e Uil, Carmine Crisi, Michele...

Colloquio riservato, presso la Provincia di Caserta, oggi pomeriggio, del presidente del Consiglio Romano Prodi con il presidente di Confindustria Caserta Carlo Cicala e i segretari provinciali di Cgil, Cisl e Uil, Carmine Crisi, Michele Colamonici e Antonio Farinari sulla situazione economica di Terra di Lavoro.
L’incontro è avvenuto prima dell’incontro ufficiale nella Sala consiliare dell’ente di Corso Trieste, presenti il presidente della Provincia Alessandro De Franciscis, il presidente della Regione Antonio Bassolino e i ministri Francesco Rutelli e Alfonso Pecoraio Scanio. Nel corso del colloquio Carlo Cicala ha consegnato al premier la seguente lettera-documento (indirizzata al ministro Pierluigi Bersani e al sottosegretario Enrico Letta) nella quale l’associazione datoriale individua tre priorità per il rilancio produttivo di Terra di Lavoro.
“L’opportunità concessaci rappresenta una occasione unica per portare all’attenzione diretta del Governo nazionale le aspettative e le necessità di questo territorio, certamente non semplice, gravato di difficoltà di origini storiche, ambientali ed economiche, come d’altronde accade anche per altre aree del Mezzogiorno.
“Forte è stata la tentazione di elaborare un lungo elenco di problemi e questioni irrisolte e che da anni affliggono la nostra comunità, ma come Confindustria Caserta da due anni abbiamo scelto di affrontare il futuro con una nuova visione - indirizzata all’ innovazione totale – definita NEW DEAL -.“In questo nuovo approccio abbiamo subito ottenuto numerose e qualificate alleanze, tra cui, in primis, l’Ente Provincia, che ha subito accolto con entusiasmo l’appello a svolgere il ruolo di leadership nel processo di rilancio dell’intero territorio casertano, al cui Presidente affidiamo queste brevi note.
“Fatta questa breve ma doverosa premessa di ordine metodologico, riteniamo, sotto l’aspetto di maggiore interesse ,ovvero del sostegno e dello sviluppo del sistema di imprese di produzione di beni e servizi - che vede Confindustria Caserta principale interprete sul territorio- evidenziare che per la nostra provincia è indispensabile affrontare tre punti:
1)il completamento e la realizzazioni di importanti infrastrutture e, in primo luogo l’aeroporto di Grazzanise, che rappresenta un forte volano di sviluppo non solo per l’ambito locale ma soprattutto per la regione Campania e per le regioni circostanti, anche in relazione alla vocazione di Caserta più volte indicata come porta del Mediterraneo.
2)Il riassetto del comparto delle telecomunicazioni che a Caserta ha visto realizzare uno dei più importanti poli produttivi e che conserva – a nostro avviso- tutte le potenzialità ( risorse umane e competenze, aree attrezzate, ecc) in grado di evitare l’impoverimento del segmento manifatturiero nazionale. Su questo specifico argomento Confindustria Caserta ha in corso di elaborazione una proposta che consente di affrontare la questione industriale ed occupazione in una ottica completamente diversa da soluzioni realizzate nel passato e poi verificate come nefaste, ma che - colgo l’occasione per anticipare il principio base – prevede il diretto e immediato coinvolgimento delle Istituzioni locale e del sistema imprenditoriale.
3)La sicurezza e ambiente quali pre-condizioni per un efficace marketing territoriale. Su questi temi non credo sia necessario aggiungere ulteriori commenti se non ribadire ancora una volta che restano condizioni ineludibili per un reale e sano sviluppo, soprattutto per l’attrattività di risorse e capitali esteri.Mettere in corsa realmente i tre aspetti sopra citati possono, a nostro sommesso avviso, costituire fattori sufficienti ad avviare un percorso virtuoso per l’economia e per l’intero tessuto socio-economico locale.

Ringrazio per l’attenzione che le SS.VV. Ill.Me vorranno in futuro riservare al nostro territorio che, mi permetto ricordare, è popolato da cittadini e imprenditori operosi, onesti e con una grande volontà di concorrere alla ripresa ed al rilancio del nostro Paese”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Travolta sulla provinciale: morta studentessa 24enne | LE FOTO

  • Dramma all'alba, muore noto avvocato

  • Sequestrati 200 kg di prodotti in un bar-pasticceria

  • Trovato morto in casa: è stato ucciso a coltellate

  • Il tesoro del killer dei Casalesi: in 11 rischiano la condanna

  • Pizzo e droga, 49 indagati. Ci sono un poliziotto ed Ivanhoe Schiavone

Torna su
CasertaNews è in caricamento