Whirlpool, Graziano incontra gli operai: "E' il momento di mantenere gli impegni"

Il consigliere regionale: "Tutto fermo nonostante accordo da 37 milioni"

Il consigliere regionale Stefano Graziano e gli operai della Whirlpool

"È ora di mantenere gli impegni per la reindustrializzazione dell'ex stabilimento Whirlpool di Teverola perché gli operai che devono essere riassunti sono esasperati e stanchi". Lo dichiara il presidente della commissione regionale Sanità del Consiglio regionale della Campania, Stefano Graziano, che questa mattina si è recato all'esterno dell'ex stabilimento Whirlpool nella zona industriale Teverola-Carinaro per incontrare gli operai in presidio.

"A fronte di un accordo di programma da 37 milioni di euro, di cui 17 della regione non è più accettabile che tutto sia fermo. Durante l'audizione in commissione regionale si era detto che il ritardo era imputabile all'Asi perché non rilasciava le autorizzazioni, dopo il tavolo tecnico dello scorso primo aprile tutta la documentazione è pronta per essere firmata. Mi chiedo cosa si stia aspettando. In ballo c'è il futuro di 75 lavoratori che aspettano da troppo tempo, settembre 2018, di rientrare in fabbrica. È arrivato il momento della serietà e della responsabilità". "Ho chiesto all'assessore Marchiello di riconvocare subito il tavolo", conclude Graziano.

Potrebbe interessarti

  • I 10 ristoranti dove si mangia il miglior pesce a Caserta

  • Clownterapia a Caserta: la missione degli 'angeli' dei bambini travestiti da clown

  • Sì alla detox, ma non d'estate. L'esperta: "Vi spiego perché"

  • Igiene della lavastoviglie: consigli e rimedi per tenerla sempre pulita e profumata

I più letti della settimana

  • Via libera ai tutor, partono le multe per gli automobilisti

  • Chiude all'improvviso noto ristorante della Movida

  • Schianto al passaggio a livello, ferito noto artista | FOTO

  • Sequestrati 70 chili di cozze: maxi multa per 4

  • Muore dopo intervento in ospedale

  • Paura su viale Carlo III, auto divorata dalle fiamme

Torna su
CasertaNews è in caricamento