Pizzerie e Pizzaioli, Caserta Caput Mundi: Pepe in Grani migliore pizzeria, Francesco Martucci "Pizzaiolo dell'Anno" e Ciccio Vitiello "Giovane dell'Anno" nella prestigiosa classifica 50 Top Pizza

Caserta - Caserta è il luogo dove si serve la migliore pizza al mondo. Ad annunciarlo, ieri, giovedì 20 luglio nella sala Italia di Castel Dell’Ovo a Napoli, gli ideatori del progetto 50 Top Pizza, il giornalista enogastronomico Luciano Pignataro...

pepe_martucci_vitiello

Caserta è il luogo dove si serve la migliore pizza al mondo. Ad annunciarlo, ieri, giovedì 20 luglio nella sala Italia di Castel Dell’Ovo a Napoli, gli ideatori del progetto 50 Top Pizza, il giornalista enogastronomico Luciano Pignataro e i curatori di Le Strade della Mozzarella Barbara Guerra e Albert Sapere. Triplo primato casertano confermato da Pepe in Grani, lconcept creata dal Maestro pizzaiolo Franco Pepe a Caiazzo, considerata la migliore pizzeria del Belpaese. Ma non solo, il premio di "Pizzaiolo dell'anno" è andato al casertanissimo Francesco Martucci, patron della Pizzeria I Masanielli a cui è andato anche il sesto posso della classifica dedicata alle pizzerie. Infine a Ciccio Vitiello, titolare e pizzaiolo della pizzeria Casa Vitiello nella frazione Tuoro di Caserta, è andato il riconoscimento di "Giovane dell'Anno".

50 Top Pizza, la prima guida online italiana che cerca di mappare – da Nord a Sud – i 500 locali che più si distinguono in termini di qualità, creatività, ricercatezza quando si parla di pizza. La top 50 è stata svelata sulla base della classifica stilata in forma anonima da 100 ispettori che hanno valutato diversi criteri: non solo la qualità della pizza in sé, ma anche quella del servizio, della carta dei vini e delle birre, della ricerca, dell’arredamento degli spazi.

A Franco Pepe e al suo Pepe in Grani è stata riconosciuta la capacità di esprimere al meglio la grande arte pizzaiola italiana che, nel caso di Franco, affonda le proprie radici nella competenza di tre generazioni di maestri panificatori, affiancata da una visione innovativa, che ha cambiato le regole del settore. "Questo premio mi entusiasma, è un riconoscimento della bontà del percorso d’innovazione che ho intrapreso anni fa, della pazza volontà di cambiamento di una tradizione, quella della pizza, che sembrava immutabile; premia anche la costanza e la dedizione del mio team, dei ragazzi di cucina, di sala e di tutte le persone che mi sono state vicine in questi anni di durissimo lavoro e d’impegno, spesso controcorrente, che ringrazio; non lo considero un punto di arrivo, ma una nuova partenza e, proprio per questo, lo dedico ai miei figli Stefano e Francesca: vorrei che Stefano coltivasse la sua visione, come Stefano Pepe, a prescindere da suo padre, e che Francesca gli stesse accanto; è anche un premio importante per il territorio, per i suoi produttori e i suoi prodotti, e per Caiazzo, la mia città, per la quale vorrei continuare a essere ambasciatore di pizza e bellezza nel mondo”, ha dichiarato Franco Pepe a margine della premiazione.

Ecco il commento di Francesco Martucci: "Ringrazio i miei ragazzi che ogni giorno lavorano fianco a fianco con me. Ringrazio mia la mia compagna Linda Santonicola. Ringrazio tutti quelli che credono in me. Dal primo all'ultimo tassello di questa fantastica storia".

Ecco la classifica delle prime dieci pizzerie:

Primo Franco Pepe (Caiazzo )

Secondo Gino Sorbillo (Napoli)

Terzo I fratelli Francesco Salvo& Salvatore Salvo (San Giorgio a Cremano )

Quarto Enzo Coccia (Napoli)

Quinto Simone Padoan (San Bonifacio )

Sesto Martucci Francesco (Caserta)

Settimo Ciro Oliva (Napoli)

Ottavo Ciro Salvo (Napoli)

Nono Giancarlo Casa (Roma)

Decimo Renato Bosco (San Martino Buon Albergo )

Premi speciali

Francesco Martucci de I Masanielli (Caserta) come Pizzaiolo dell’anno

Ciccio Vitiello di Casa Vitiello (Caserta) come Giovane dell’anno

Bonci Gabriele – Pizzarium (Roma) per la Pizza dell’anno (Mozzarella di Bufala Campana a crudo, Funghi Prataioli e Prosciutto Crudo)

Francesco & Salvatore Salvo per la Miglior Carta dei Vini

La Gatta Mangiona (Roma) per la Miglior Carta delle Birre

Berberè (Castelmaggiore – Bologna) per la Miglior Carta degli Oli Extravergine di Oliva

I Tigli per il Miglior Servizio di Sala

La Masardona (Napoli) per la Miglior Proposta dei Fritti

Concettina ai Tre Santi (Napoli) per il Miglior Asporto

Di Matteo (Napoli) per la Frittatina di Pasta dell’anno

Dry (Milano) per il Miglior Comfort e Benessere Complessivo

Fandango Racconti di Grani (Filiano – Potenza) per la Sostenibilità Ambientale

Tonda per la Valorizzazione del Made in Italy

Gino Sorbillo ai Tribunali per la Miglior Comunicazione Web e Social

A Enzo Coccia (Pizzaria La Notizia 94, Napoli) è stato assegnato il Premio alla Carriera

Carmine Donzetti e Vincenzo Esposito, a sorpresa, hanno ricevuto il Premio del Cuore per aver messo la loro arte della pizza al servizio di chi ha bisogno, senza cercare alcuna pubblicità. Migliore Pizzeria di Stile Napoletano fuori dall’Italia Ober Mammarella.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Torna su
CasertaNews è in caricamento