Gnocchi alla zucca: una ricetta dai sapori delicati e ricercati, ottima per stupire i commensali

  • Categoria

    Primo
  • Difficoltà

    Facile
  • Tempo

    20 minuti
  • Dosi

    Per 4 persone

La ricetta

Italiano

La zucca, l'ortaggio dai molteplici benefici a cui avevamo in questi giorni dedicato una guida, è sicuramente uno dei più consumati dagli italiani in questo periodo dell'anno, non solo per ricavarci lanterne per Halloween, ma soprattutto per assaporarlo e nutrirsi delle sue ricche proprietà. 

La zucca in cucina può essere preparata in diverso modo: può essere utilizzata da sola come antipasto, ma è ottima anche per i primi piatti e come contorno per accompagnare i secondi. Oggi, vogliamo invece proporvi una ricetta davvero sfiziosa, tutta tradizionale: gli gnocchi alla zucca fatti rigorosamente in casa, con metodo della nonna. 

Armatevi degli ingredienti e di tanta pazienza, che vi stiamo per presentare un piatto davvero eccezionale e per palati fini, che potreste preparare o a pranzo o a cena e soprattutto se avete degli ospiti che volete prendere per la gola. Ma preparare gli gnocchi, diciamoci la verità, è anche un  modo per divertirsi impastando: potreste farvi aiutare da vostro figlio o se ne avete la possibilità dalla vostra nonna. Le mani delle nonne sono sempre più magiche per gli impasti!

Preparazione

Il procedimento è davvero semplice.

La prima cosa da fare è cavare la polpa della zucca.

Prendete poi un recipiente e ponetevi la polpa della zucca e inserite la farina, l'uovo, il parmigiano, la noce moscata e il sale, poi mescolate il tutto fino ad ottenere un composto omogeneo.

Inserite il composto nel sac à poche e successivamente formate dei cubetti di circa 2cm, aiutandovi con delle forbici.

Portate ad ebollizione una pentola con dell'acqua.

Versare gli gnocchi nell'acqua bollente e quando saranno giunti a galla significa che sono pronti.

A questo punto non vi resta che servirli con del burro, della salvia e una bella spruzzata di parmigiano.

I più letti


Torna su
CasertaNews è in caricamento