Dal Giappone ad Alvignano per conoscere la filiera produttiva della mozzarella di bufala del caseificio Ponticorvo

Alvignano - Un gruppo di giovani agenti di commercio provenienti da Tokyo, appartenenti ad una prestigiosa società di distribuzione giapponese che dal 1998 collabora con il “Caseificio Ponticorvo” ha fatto tappa ad Alvignano, per conoscere il...

pontecorvo giappone

Un gruppo di giovani agenti di commercio provenienti da Tokyo, appartenenti ad una prestigiosa società di distribuzione giapponese che dal 1998 collabora con il “Caseificio Ponticorvo” ha fatto tappa ad Alvignano, per conoscere il territorio e scoprire i segreti della filiera produttiva della mozzarella di bufala campana dop. Questa non è la prima volta che l’Oriente arriva in questo piccolo centro dell’alto casertano, ma in diciannove anni di collaborazione con il Paese Sol Levante sono tanti i rappresentanti del settore food che hanno potuto conoscere questa eccellenza casertana grazie alle spiccate capacità produttive e manageriali dei Ponticorvo, storica famiglia di casari oggi alla terza generazione.

Gli ospiti, durante il loro viaggio didattico, hanno dapprima visitato il caseificio, familiarizzato con le diverse figure professionali ed assistito a tutte le fasi di lavorazione del formaggio concedendosi delle degustazioni del prodotto, per poi spostarsi in alcuni allevamenti bufalini dop che conferiscono il latte al caseificio, situati nei pressi di Alvignano. Il tour ha offerto l’opportunità di visitare anche i posti più suggestivi dell’intero territorio e di provare alcuni piatti realizzati con la mozzarella di bufala campana dop.

I giovani componenti della delegazione hanno dichiarato – quanto è stata importante questa esperienza e manifestato la loro felicità di questa visita che ha permesso loro di conoscere da vicino i luoghi e i metodi di produzione del prodotto che importano e distribuiscono nel loro Paese – inoltre, hanno ringraziato per la meravigliosa ed attenta accoglienza.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Torna su
CasertaNews è in caricamento