Una cena afrodisiaca 'fatta in casa' per San Valentino

  • Difficoltà

    Facile

La ricetta

Italiano

San Valentino è ormai alle porte. E allora, perchè non organizzare una bella cenetta per il proprio partner a base di ingredienti in grado di scatenare la passione? In realtà sono numerosi gli alimenti ritenuti afrodisiaci.

Ma cosa significa afrodisiaco? E' un termine nato più di 5.000 anni fa, che deriva da Afrodite, la dea dell’amore e della bellezza, ed indica qualsiasi sostanza in grado di esaltare la libido.

Abbiamo selezionato in rete alcune ricette (a base di crostacei) adatte allo scopo e costruito su misura un menu adatto alla cena di San Valentino o per qualsiasi altra occasione romantica.

Preparazione

Antipasto - “Coppe d'amore” Tagliare a metà il pompelmo e svuotare le due coppe. Ridurre a dadini la polpa, cercando di togliere tutta la pellicina. Riempire le coppe con la polpa. Saltare gli scampi in padella con olio e grani di pepe. Sistemarli nelle coppe di pompelmo e guarnire con foglioline di prezzemolo.

Il primo piatto - Riso “passion”. Cuocere il riso al dente, scolarlo e metterlo in una terrina. Tagliare a pezzetti l’ananas e due spicchi di arancia spellati. Saltare i gamberoni o gli scampi nell’olio bollente con una grattugiata di pepe. Aggiungere tutto al riso, mescolare bene e spolverizzare con buccia di limone grattugiata. Guarnire con buccia di arancia a spirali.

Secondo piatto - Gamberoni “bondage”. Avvolgere i gamberoni nella pancetta. Fermare con uno stecchino una foglia di alloro intorno a ciascun gamberone. Salare e pepare. Fare cuocere in padella con olio bollente e un pizzico di peperoncino. Disporre direttamente nei piatti, irrorandoli con il sugo della padella.

Dessert - Frutti di bosco “Energy”. Montare due cucchiai di mascarpone con il tuorlo e un cucchiaio di zucchero. Aggiungervi l’albume montato a neve. Versare un po’ di crema in due bicchierini, mettere alcuni frutti, versare altra crema e terminare con i frutti. Coprire con panna montata e le meringhette.

I più letti


Torna su
CasertaNews è in caricamento