Prima cena-degustazione III edizione Concorso I Piatti tipici del Medio Volturno

Castel di Sasso - Si è svolta la sera del 6 maggio la prima cena-degustazione della terza edizione del Concorso "I Piatti tipici del Medio Volturno, promossa dall'associazione Pro loco Caiazzo. Hanno partecipato all'appuntamento gastronomico, che...

Si è svolta la sera del 6 maggio la prima cena-degustazione della terza edizione del Concorso "I Piatti tipici del Medio Volturno, promossa dall'associazione Pro loco Caiazzo. Hanno partecipato all'appuntamento gastronomico, che si è tenuto a Castel di Sasso presso il ristorante Del Borgo, ben 50 persone, che hanno potuto gustare e giudicare il menù a base di prodotti tipici locali, proposto dallo chef Antonio di Rubba. Quindi oltre alla giuria tecnica, lo ricordiamo composta da Sabatino Santacroce, per l'associazione Slow FoodCaserta e Condotta Volturno, Antonio Pagano, per l'associazione Cuochi Caserta, Maria Grazia Fiore per l'associazione Pro loco Caiazzo, Angela Cerreto, esperta di cucina locale e Leandro Caserta, tour operator; un nutrito gruppo di partecipanti ha valutato il seguente menù:
Antipasto: Culatello, Frittata di Asparagi, Formaggi, Zuppa del Borgo, Soffritto di Agnello.
Primo Piatto: Maccheroncini con Asparagi e Carciofi.
Secondo Piatto: Maialino Nero Casertano alla Mela Annurca.
Dessert: Dolce alla mela annurca.
L'antipasto racchiude sapori e profumi che rappresentano un vanto per il nostro territorio: il culatello di fattura artigianale, ha un sapore delicato che ben si sposa con il sapore deciso della frittata con gli asparagi selvatici, un ingrediente, questo dalle molteplici proprietà (diuretiche, depurative e sembrerebbe anche dimagranti); ritroviamo poi due classici della cucina tradizionale locale, l'intramontabile soffritto di agnello e la zuppa a base di cipolla.
Come primo piatto lo chef propone dei maccheroncini agli asparagi e carciofi, un abbinamento questo alquanto fantasioso; mentre come secondo c'è il maialino Nero Casertano, che come studiato dal prof. Salvatore Baldassarre, direttore dell'Istituto di Zootecnia della Regia Scuola di Agraria di Portici, è originario della provincia di Terra di Lavoro. Saggiamente lo chef lo propone in abbinamento con la mela annurca, detta anche la " regina delle mele ", poiché è l'unica mela di origine meridionale. Ed è proprio la mela annurca, detta anche "La rossa del Sud", la protagonista del profumato e delizioso dessert.
Il prossimo appuntamento si terrà il 20 maggio a Caiazzo presso l'agriturismo Fattoria dell'Uliveto, ricordo che per partecipare come giuria popolare è possibile prenotarsi presso l'associazione Pro loco Caiazzo fino a due giorni prima della data della cena-degustazione.

Potrebbe interessarti

  • I 10 ristoranti dove si mangia il miglior pesce a Caserta

  • Stirare d'estate è una tortura? Ecco come evitare il ferro da stiro e avere abiti perfetti

  • Bevanda disintossicante e sgonfiante: la ricetta per ridurre il girovita

  • Caiazzo diventa set per la fiction ‘Un posto al sole’ I FOTO

I più letti della settimana

  • Sparatoria nel bar, ferito un uomo vestito da militare: è grave in ospedale | FOTO

  • Via libera ai tutor, partono le multe per gli automobilisti

  • Chiude all'improvviso noto ristorante della Movida

  • Schianto al passaggio a livello, ferito noto artista | FOTO

  • La 14enne accusa: "Mi hanno costretta ad andare da don Michele"

  • Colpo nella gioielleria del centro commerciale, ladri in fuga col bottino

Torna su
CasertaNews è in caricamento