Si apre voragine, sgomberate due famiglie

Il sindaco firma l'ordinanza per "salvaguardare la salute pubblica"

La voragine che si è aperta in via Rossini

Strada sprofondata in via Rossini, il sindaco di Lusciano Nicola Esposito è costretto ad emettere un’ordinanza di sgombero di due abitazioni “per salvaguardare la salute pubblica”. Sono ormai diverse ore che tecnici ed operai sono al lavoro per cercare di risolvere il grave danno al manto stradale ma quello che è emerso è che sotto la strada “è stata trovata una cavità ipogea – ha affermato il sindaco – e sono stato costretto ad emettere quest’ordinanza, anche per permettere di mettere in sicurezza le abitazioni”. Si tratta di due villette unite da uno stesso cortile che non potevano essere abitate in seguito a questo sprofondamento. Quando arriverà il via libera dei tecnici potrà essere revocato il provvedimento del primo cittadino. A provocare il tutto una perdita d’acqua da un impianto già obsoleto: “Le condotte idriche sono vecchissime – dice Esposito – e andrebbero tutte sostituite. Chiederemo i fondi alla Regione perché non possiamo eseguire questi interventi con i fondi, ridotti al minimo, del Municipio”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terribile schianto sulla Casilina: grave autista casertano I FOTO

  • Folgorato durante i lavori in casa, operaio muore a 34 anni

  • "Faccio una vita da 30mila euro al mese", la confessione al telefono del medico corrotto

  • Scuole superiori: ecco quali sono le migliori a Caserta e provincia

  • Il narcos casertano si pente e fa tremare la 'Ndrangheta

  • "Ora comando io, paga o ti blocco i carri". Arrestati 2 estorsori

Torna su
CasertaNews è in caricamento