Violenza sessuale su 3 bambine: presentato ricorso al Riesame

Il 63enne si professa innocente. La Procura chiede l'incidente probatorio

Toccherà al tribunale del Riesame esaminare la delicata vicenda che vede come protagonista un 63enne di Piedimonte Matese finito agli arresti domiciliare con l’accusa, molto grave, di violenza sessuale ai danni di tre bambine in una casa di Alife.

L’avvocato difensore dell’indagato, Paolo Falco, ha infatti presentato ricorso dopo la decisione del giudice per le indagini preliminari di confermare l’ordinanza di custodia cautelare. Intanto la Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere, sul fronte opposto, ha chiesto l’incidente probatorio, per poter ascoltare le tre presunte vittime dell’uomo e cristallizzare la loro deposizione intanto che inizi il processo.

Un caso che, stando a quanto sta emergendo, potrebbe riservare ancora sorprese. A Piedimonte, del resto, la città si è divisa tra chi difende a spada tratta l’indagato, non ritenendo possibile che abbia potuto compiere atti del genere, e chi, invece, lo ritiene colpevole di questo abominio. L'indagato, nel corso dell'interrogatorio di garanzia, ha respinto tutte le accuse dichiarandosi innocente.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Doppio agguato di camorra, giallo sull'auto del commando

  • Mamma costretta a fare orge per mantenere la figlioletta: "Se smetti ti uccidiamo"

  • Assalto fuori la banca, ferita una guardia giurata

  • Sospetto Coronavirus, paziente isolato. Si attiva il protocollo

  • Camion non si 'accorge' del ponte di Ercole e paralizza il traffico | FOTO

  • Coronavirus, allarme a Pineta Grande: isolato un uomo di Mondragone

Torna su
CasertaNews è in caricamento