“Sono innocente”. L’uomo accusato di aver fatto sesso con le bambine respinge le accuse

Dichiarazioni spontanee durante l’interrogativo davanti al giudice che ne ha firmato l’arresto

“Sono innocente, non ho fatto nulla di tutto ciò di cui mi accusate”. E’ la dichiarazione che ha fatto oggi durante l’interrogatorio di garanzia il 63enne di Piedimonte Matese accusato di violenza ed abusi sessuali ai danni di tre bambine in una casa di Alife.

Accompagnato dall’avvocato Paolo Falco, l’indagato, che è attualmente ristretto agli arresti domiciliari, ha negato di aver abusato delle bambini che seguiva per durante i compiti pomeridiani. Nelle prossime ore si attendere la decisione del gip Minio che ne ha firmato l’arresto, in attesa della memoria scritta dell’indagato.

Secondo la ricostruzione della Procura, l’indagato in un caso ha simulato rapporti orali con una bambina di 8 anni e poi le avrebbe toccato le parti intime mentre erano seduti insieme sul divano. In un altro caso faceva guardare ad un’altra bambina foto di donne nude che facevano sesso. Ed infine, nel caso più grave, avrebbe addirittura fatto sesso vaginale ed anale con una bambina di 9 anni, all’interno di una soffitta e tenendola bloccata vicino ad un muro, provocandole anche ferite.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La ‘Dea Bendata’ bacia il casertano: vincita record al Lotto

  • Beccati con i colombacci appena abbattuti, nei guai coppia di bracconieri | FOTO

  • Fiumi di cocaina nel casertano, mano pesante della Dda: chieste 57 condanne

  • Torna il maltempo: allerta della Protezione civile nel casertano

  • Sparatoria con la polizia, il 'finto militare' può essere processato

  • Muore dopo incidente a scuola, un testimone ha visto Gerardina pochi minuti prima della caduta

Torna su
CasertaNews è in caricamento