La manutenzione della villa comunale affidata all’associazione di volontari

Sorveglianza e cura del verde finiscono nelle mani di ‘Volontaria Matilde’

La villa comunale di piazza Matilde Serao

Nuova collaborazione fra il Comune di San Nicola la Strada ed il mondo del volontariato. Dopo la Villa Comunale Santa Maria delle Grazie, affidata alle cure dei volontari dell’sssociazione “Volontari Santa Maria delle Grazie” anche la villa comunale di piazza Matilde Serao, lungo il Viale Carlo III , è stata affidata alle cure di un gruppo di cittadini.

Si tratta dei componenti dell’associazione Volontaria Matilde, che hanno offerto, all’amministrazione comunale di San Nicola la Strada, la loro disponibilità a tenere la manutenzione, la sorveglianza e la cura del verde nella villa comunale sita in Piazza Matilde Serao.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“E’ nostro interesse, e di tutti i cittadini sannicolesi, mantenere in uno stato decoroso le ville ed giardini comunali – commentano il sindaco di San Nicola la Strada Vito Marotta ed il consigliere comunale delegato alla manutenzione delle aree verdi Gaetano Mastroianni – ed alla luce del dissesto finanziario per il nostro Comune, la disponibilità dei componenti dell’Associazione Volontaria Matilde, viene in nostro aiuto e per questo siamo tutti immensamente grati. Per tutelarli in questo loro impegno provvederemo a stipulare la polizza assicurativa per i membri dell’Associazione”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Donna trovata morta nel letto di casa: aveva 40 anni

  • Bimbo morto, i genitori di Diego rompono il silenzio dopo 5 giorni

  • Coronavirus, Annamaria non ce l'ha fatta. Muore dopo il ricovero

  • Coronavirus, contagiata donna di 40 anni: è in ospedale

  • Coronavirus, si aggrava il bilancio dei contagi: nuovi casi ad Aversa e Castel Volturno

  • Coronavirus, slitta il picco in Campania. "Contagi al massimo tra fine aprile ed inizio maggio"

Torna su
CasertaNews è in caricamento