Minacce al sindaco, ecco la decisione di prefetto e questore

Il provvedimento dopo la lettera inviata alla vigilia di Natale

Il sindaco di San Cipriano Vincenzo Caterino

Vigilanza giornaliera delle forze dell'ordine per il sindaco di San Cipriano d'Aversa Vincenzo Caterino, che la sera della Vigilia di Natale, ha trovato nella buca delle lettere della sua abitazione una missiva, scritta con ritagli di giornale, contenente delle minacce alla sua famiglia e il perentorio ordine: "Ti devi dimettere". Sull'episodio si è svolto martedì, presso la prefettura di Caserta, il Comitato provinciale per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica cui hanno preso parte il prefetto Raffaele Ruberto e i responsabili provinciali delle forze dell'ordine: è stato deciso di disporre per Caterino, in carica dall'ottobre 2014, una vigilanza giornaliera, con una pattuglie di carabinieri o polizia che monitoreranno quotidianamente l'abitazione del primo cittadino. Caterino, dopo aver ritrovato la lettera, nonostante vi fosse scritto di non rivelare nulla alle forze dell'ordine, si è subito rivolto ai carabinieri; sul caso indaga la Compagnia di Casal di Principe. Caterino spiega "di non aver mai ricevuto minacce". "Per me - prosegue - si tratta di qualche mentecatto disperato che ha provato a turbare la serenità del Natale; non bisogna darla vinta a queste persone, ribadisco ciò che ho detto sin da subito; non ho alcuna paura e continuerò la mia azione amministrativa di rilancio del territorio".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, i sindaci chiudono le scuole per tutta la settimana

  • Psicosi coronavirus, monitorati altri 2 casi nel casertano. Sono rientrati dal Nord nelle ultime ore

  • Psicosi coronavirus, caso sospetto in ospedale: attivato il protocollo sanitario

  • Mamma costretta a fare orge per mantenere la figlioletta: "Se smetti ti uccidiamo"

  • Latitante arrestato in una villetta del casertano, in manette anche un commerciante

  • Sevizie dopo le proposte in chat, la 'sorpresa' su viale Carlo III: ecco come ha agito la baby gang

Torna su
CasertaNews è in caricamento