Schiaffi e sputi durante gli esorcismi: il video shock mostrato al vescovo in tribunale

Spinillo commenta davanti al giudice il filmato delle violenze di don Michele Barone

Don Michele Barone ed il Vescovo Spinillo

E' il giorno del vescovo Angelo Spinillo. Il pastore della Diocesi di Aversa si è presentato stamane al tribunale di Santa Maria Capua Vetere per testimoniare nel processo che vede alla sbarra don Michele Barone

Una testimonianza lunga quella del vescovo che si è conclusa solo intorno alle 15,30 quando Spinillo è "riemerso" dall'aula dove si è celebrato il processo dinanzi al collegio presieduto dal giudice Francica. Nel corso dell'udienza i pubblici ministeri Di Vico e Pannone hanno mostrato al vescovo un video - contenuto sul pc di don Michele - di un esorcismo praticato da don Barone in cui si vede l'ex sacerdote del Tempio di Casapesenna dare schiaffi alla persona ritenuta posseduta ed addirittura sputargli in bocca. Pratiche che lo stesso Spinillo ha "bollato" come non corrette. Secondo Spinillo durante gli esorcismi la persona ritenuta posseduta non va toccata, solo abbracciata o al più "contenuta". 

Sull'esorcismo, poi, Spinillo ha spiegato come sia ancora riconosciuto dalla Chiesa come pratica ma oggi con i dovuti distinguo. Bisogna capire se la persona sia realmente posseduta o se sia affetta da disturbi di tipo psicologico, ha ribadito Spinillo.  

Il vescovo ha anche parlato del perché i provvedimenti a carico di don Barone siano arrivati solo dopo il servizio delle Iene, nonostante fossero giunte segnalazioni (la lettera di un sacerdote irlandese e l'incontro con la sorella della 13enne di Maddaloni maltrattata durante gli esorcismi ed oggetto del processo) spiegando che in casi come questo le verifiche sono necessarie e doverose. In altri termini non si può credere a tutto ciò che arriva dall'esterno. 

Al termine della sua testimonianza Spinillo ha dribblato tutti, i soliti adepti di don Barone, sempre presenti nei corridoi del Palazzo di Giustizia. "Preferirei non dire nulla", le sue uniche parole. 

Don Barone è accusato di accusato di violenza sessuale nei confronti di due ragazze e di maltrattamenti e lesioni nei confronti di una 13enne di Maddaloni. Alla sbarra con lui ci sono i genitori della vittima delle pratiche esorcistiche di don Barone ed il dirigente del commissariato di polizia di Maddaloni Luigi Schettino

Il processo è stato rinviato alla prossima settimana. Nel collegio difensivo sono impegnati gli avvocati Carlo De Stavola, Giuseppe Stellato, Maurizio Zuccaro e Camillo Irace. Le ragazze che avrebbero subito la violenza sessuale dal prete sono assistite dagli avvocati Rossella Calabritto e Luigi Mordacchini.


 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Beccati con i colombacci appena abbattuti, nei guai coppia di bracconieri | FOTO

  • Schianto mortale con l'Apecar, un morto sull'Appia

  • Camorra, chiesta la condanna per imprenditore accusato da Schiavone

  • Aggredisce i passanti, fermato dal campione di arti marziali

  • Fiumi di cocaina nel casertano, mano pesante della Dda: chieste 57 condanne

  • Camorra, l’allarme della Dda: “Casalesi 2.0 più insidiosi del vecchio clan”

Torna su
CasertaNews è in caricamento