Ridotta a vegetale dopo l'operazione, nessuna giustizia per la giovane mamma

La donna si era sottoposta ad un intervento di chirurgia estetica: reato prescritto e nessun risarcimento

La donna è stata operata in una clinica casertana

Nonostante si trovi ancora in stato vegetativo, la giovane madre di Cava de' Tirreni, operata chirurgicamente al seno ben nove anni fa in una clinica di Caserta, non riceverà alcun risarcimento. 

Secondo quanto riferiscono i colleghi di SalernoToday, l'indennizzo non ci sarà nonostante vi sia una sentenza di condanna che obbliga al pagamento di 580 mila euro i medici iscritti nel registro degli indagati. “Si tratta – dichiarano gli avvocati della famiglia Michele e Paolo Avallone - di mancanza di sensibilità da parte dei medici che l’hanno operata, senza mostrare minima vicinanza alla famiglia, così come le compagnie assicurative, che fanno orecchie da mercante”. 

Il 3 giugno scorso si è concluso il procedimento civile e si attende la sentenza. Sono l’aspetto penale la Corte d’Appello di Napoli non ha ancora fissato la data dell’udienza, e intanto i reati per i quali i medici sono stati condannati sono prescritti.

Potrebbe interessarti

  • Vetri puliti e splendenti: i 5 consigli da seguire per un risultato assicurato

  • Michela, una casertana tra le 1000 donne che stanno cambiando l'Italia

  • Selfie e palleggi con i tifosi, Mertens show sulla spiaggia di Castel Volturno

  • Frutta e verdura: non tutte fanno dimagrire! Ecco quali scegliere per perdere peso velocemente

I più letti della settimana

  • Muore dopo lo schianto in autostrada al rientro dalle vacanze

  • TERREMOTO Trema la terra, terza scossa in poche ore

  • Muore investito dall'auto pirata davanti al ristorante | LE FOTO

  • I Casalesi si ricompattano, il pentito: "Il clan non è finito"

  • "Il pentito è nemico del clan", annullata la libertà vigilata

  • TERREMOTO Lieve scossa nel casertano

Torna su
CasertaNews è in caricamento