ELEZIONI AL VELENO Vandalizzati i manifesti del pronipote di Mussolini

La denuncia del candidato alle Europee per Fratelli d'Italia: "Sono stati gli sfigati rossi"

I manifesti vandalizzati di Caio Mussolini

Si conferma alta la tensione ad Aversa in vista delle elezioni, e non solo quelle comunali. Dopo i ripetuti atti vandalici avvenuti nelle scorse settimane ai danni di candidati della Lega, questa volta tocca a ad un altro esponente della destra.

Come denunciato da Caio Giulio Cesare Mussolini, pronipote del Duce in campo per Fratelli d’Italia nella circoscrizione Sud, nei giorni scorsi sono stati danneggiati alcuni suoi manifesti elettorali per le Europee. 

Nel mirino del candidato della Meloni sono finiti “i soliti sfigati rossi”, come vengono definiti gli autori del raid. “Invece di affiggere i propri manifesti - accusa Mussolini - danneggiano quelli degli altri. Il loro odio contro il tricolore é solo benzina per i nostri cuori. Ad Aversa come altrove, noi andiamo avanti più forti di prima. Vogliamo cambiare l’Europa e difendere l’interesse nazionale a Bruxelles dopo anni persi a fare gli scendiletto di Francia e Germania”.

Potrebbe interessarti

  • Un casertano ai mondiali dei parrucchieri a Parigi

  • Frutti rossi ed anguria per combattere le gambe gonfie e pesanti

  • Trucco illuminante: ecco la nuova tecnica e come applicarla

  • Menopausa: ecco i consigli per viverla con serenità

I più letti della settimana

  • Pentiti ed arresti non hanno scalfito i Casalesi. Ecco la nuova mappa dei clan nel casertano I FOTO

  • Colpo da 'Zara', fermata dai carabinieri con mille euro in vestiti

  • Lutto a Caserta, muore avvocato

  • Trovato morto dalla moglie sotto il porticato di casa

  • Camion 'casertano' si schianta in autostrada e perde il carico | LE FOTO

  • Muore sul campo da calcetto stroncato da un malore

Torna su
CasertaNews è in caricamento