Coppia nella rete del truffatore delle case vacanza

Riciclava sul web immagini di splendidi appartamenti del litorale pontino e le inseriva in inserzioni su internet, denunciato 32enne

(foto di repertorio)

E' stato deferito in stato di libertà un 32enne napoletano per truffa, sostituzione di persona, false dichiarazioni sull'identità personale e possesso e fabbricazione di documenti falsi dai carabinieri della tenenza di Gaeta. Il 32enne truffatore riciclando sul web immagini di splendidi appartamenti del litorale pontino le inseriva in inserzioni sul sito internet "subito.it" cercando di ingannare quanti più acquirenti possibili.

Nella sua rete sono finite due vittime di 52 e 39 anni residenti nella provincia di Caserta. Il 32enne ha indotto i due malcapitati avventori a farsi accreditare su una carta prepagata intestata ad un 37enne di Vicenza (anch'esso vittima di un raggiro), le somme di 300 e 400 euro quali corrispettivi per la locazione di due case vacanza site nel quartiere medievale di Gaeta. Gli appartamenti non erano però posti in locazione dagli originari ed ignari proprietari.

Le indagini dei militari sono state avviate circa due mesi fa a seguito di segnalazione di una delle vittime che giunta nel suo piccolo angolo di paradiso gaetano ha ricevuto invece l'amara sorpresa. Oltre ai 'turisti' nella trappola del truffatore partenopeo è finito anche il titolare della carta di credito accesa senza che lui ne avesse contezza utilizzando documenti falsi reperiti dal web.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, il giorno del contagio in Campania: 24enne di Caserta positiva al test

  • Coronavirus, De Luca chiude le scuole in tutta la Campania

  • Coronavirus, scuole chiuse a Caserta. La 24enne 'positiva' trasferita al Cotugno

  • Coronavirus, i sindaci chiudono le scuole per tutta la settimana

  • Psicosi coronavirus, monitorati altri 2 casi nel casertano. Sono rientrati dal Nord nelle ultime ore

  • Coronavirus, il medico casertano: "E' aggressivo solo in alcuni casi. Niente panico, solo piccole precauzioni"

Torna su
CasertaNews è in caricamento