Truffe alle assicurazioni, le intercettazioni entrano nel processo

Conferito l'incarico al perito che si occuperà della trascrizione

Il processo si sta celebrando a Santa Maria Capua Vetere

Riprenderà a novembre il processo a carico di 7 persone accusate, a vario titolo, di aver commesso truffe ai danni delle assicurazioni. 

Nel corso dell'ultima udienza il giudice De Santis del tribunale di Santa Maria Capua Vetere ha conferito incarico al perito per la trascrizioni delle intercettazioni da cui emergerebbe il sistema truffaldino. Alla sbarra ci sono Alberto G., 22enne di Capua; Crescenzo B., 43 anni di Sant'Arpino; Carlo C., 56 anni di Casal di Principe; Vincenzo C., 22enne di Santa Maria Capua Vetere; Pasquale C., 22enne di Capua; Alessio F., 22enne di Capua; Giuseppe M., 26enne di Grazzanise. 

Per tutti l'accusa è a vario titolo di truffa alle assicurazioni. Secondo quanto accertato dai carabinieri la banda di truffatori aveva messo in piedi un bel sistema. Le finte vittime dell’incidente si procuravano le ferite, facendosi piocchiare anche con mazze di ferro, e subito dopo si recavano al pronto soccorso per farsi refertare e consegnavano l’intero incartamento ai legali, i quali inviano le richieste di danno.

Nel collegio difensivo sono impegnati, tra gli altri, gli avvocati Massimiliano Di Fuccia, Mirella Baldascino, Elisabetta Di Rauso, Guglielmo Ventrone e Rossella Luglio. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mani massacrate a martellate: un casertano tra i picchiatori del gruppo Contini

  • La speranza è finita: Fioravante è stato trovato morto

  • Prima uscita pubblica dei renziani: ecco chi ci sarà a Caserta

  • Cenerentola chiude, l'addio in una lettera: "50 anni bellissimi"

  • Il figlio non torna a casa, papà lo trova con gli amici e accoltella un 16enne

  • Blitz di Luca Abete a Marcianise dopo il servizio sul reddito di cittadinanza

Torna su
CasertaNews è in caricamento