Triplice omicidio di camorra: 30 anni a Salzano

La Cassazione conferma la condanna per il delitto di Papa, Minutolo e Buonanno

Trent'anni per il triplice omicidio di Giovan Battista Papa, Modestino Minutolo e Francesco Buonanno.

Arriva la conferma della Cassazione per Francesco Salzano, 44 anni di Santa Maria la Fossa. Gli ermellini, dunque, bocciano il ricorso presentato dai suoi difensori che avevano chiesto l'annullamento dell'ordinanza emessa in Appello nel 2016.

Salzano era stato catturato in Brasile, paese da cui fu estradato. Secondo la Dda partecipò ad una riunione in cui Nicola Schiavone, primogenito del boss Francesco Schiavone Sandokan, decise la mattanza per punire i tre che si erano recate in autonomia a chiedere il pizzo ad un un'impresa casearia di Grazzanise contigua alla famiglia Schiavone, secondo la ricostruzione della Dda.

Papa, Minutolo e Buonanno furono uccisi a colpi di pistola nel 2009. L'auto a bordo delle quale viaggiavano fu bruciata e i corpi seppelliti in un podere a Villa di Briano ed a Frignano.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La ‘Dea Bendata’ bacia il casertano: vincita record al Lotto

  • Beccati con i colombacci appena abbattuti, nei guai coppia di bracconieri | FOTO

  • Fiumi di cocaina nel casertano, mano pesante della Dda: chieste 57 condanne

  • Camorra, l’allarme della Dda: “Casalesi 2.0 più insidiosi del vecchio clan”

  • Torna il maltempo: allerta della Protezione civile nel casertano

  • Sparatoria con la polizia, il 'finto militare' può essere processato

Torna su
CasertaNews è in caricamento