Tenta di strangolare la figlioletta e accoltella la moglie, "sconto" di pena per il 43enne

L'operaio condannato a 5 anni in Appello: "E' stato il diavolo a dirmi di farlo"

La sentenza pronunciata dalla Corte d'Appello

Arriva lo sconto in Appello per Antonio Bevitore, l'operaio 43enne di Francolise, che mel marzo 2017 tentò prima di strangolare la figlia di 8 anni e poi accoltellò la moglie. 

La Corte d'Appello di Napoli ha condannato l'uomo a 5 anni rideterminando, su istanza dell'avvocato difensore Mirella Baldascino, la sentenza pronunciata nei suoi confronti da parte del gup del tribunale di Santa Maria Capua Vetere che aveva inflitto 7 anni per il duplice tentato omicidio. 

Fu un vero e proprio raptus quello di Bevitore che sarebbe stato colto da vere e proprie allucinazioni prima del duplice tentato omicidio. Il 43enne tentò prima di strangolare la figlioletta e poi accoltellò la consorte che aveva tentato di difendere la bambina ferendola alla gola con un coltello da cucina. Quando arrivarono i carabinieri per arrestarlo ammise che era stato il diavolo a dirgli di commettere l'insano gesto. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Arrestato il patron della 'Clinica Pineta Grande'

  • Bollo auto, quando pagarlo e come ottenere la riduzione nel 2020

  • Terribile schianto sulla Nola-Villa Literno: due feriti gravi

  • Bollo, sconto del 10% anche a Caserta: ecco come averlo

  • Non supera il test di Medicina, il giudice ordina all’Università di farle ripetere la prova

  • Svolta dopo l'esplosione nella palazzina: sequestrato l'intero impianto di serbatoi Gpl

Torna su
CasertaNews è in caricamento