Studenti del liceo intossicati in gita

Quattro ragazzi finiscono in ospedale. Asl e Nas avviano un'indagine

I ragazzi finiti in ospedale

Brutta avventura per alcuni studenti del Liceo Manzoni di Caserta in gita a Firenze. In quattro, infatti, sono stati ricoverati in ospedale per vomito e forti dolori addominali. Il sospetto è che possa trattarsi, anche in questo caso, di un'intossicazione alimentare

I ragazzi, stando ad una prima ricostruzione dei fatti, si sarebbero sentiti male nel corso dell'ultimo giorno di pernottamento con sintomi che hanno spinto i docenti accompagnatori ad allertare le ambulanze che hanno trasferito gli studenti al Careggi dove sono stati ricoverati in osservazione. Intanto i loro compagni di scuola sono rientrati mentre con i ricoverati è rimasta una docente che ha atteso nel capoluogo toscano i genitori dei ragazzi, che sono stati dimessi stamattina. 

Al momento "non abbiamo i referti e le diagnosi", conferma la preside Adele Vairo. Sulla questione, comunque, l'Asl fiorentina vuol vederci chiaro al punto da richiedere alla scuola casertana una serie di documenti. Insomma accertamenti in tal senso sono in corso d'opera anche perché ben 11 giovani di una scuola superiore di Taranto sono stati ricoverati all'ospedale di Ponte a Niccheri sempre con gli stessi sintomi.

In base a quanto riferito dal quotidiano "La Nazione" le due scolaresche averebbero alloggiato nello stesso albergo, dove già ieri sera da parte dei Nas e dell'Asl sono stati eseguiti controlli e prelevati campioni di alimenti che saranno sottoposti a esami. Verifiche sarebbero state eseguite inoltre in almeno due ristoranti cittadini, dove avrebbero mangiato in occasioni diverse entrambe le scolaresche in gita. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Come scuola noi stiamo tranquilli - spiega la dirigente scolastica Adele Vairo - in quanto abbiamo attivato tutte le procedure del caso, ricevendo anche i complimenti da parte dei genitori per come è stata gestita la situazione. Noi siamo i primi a voler capire cosa sia accaduto e se ci sono eventuali responsabilità da parte di qualcuno. Nel caso ci rivarremo nei loro confronti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le nuove leve dei Casalesi con a capo il figlio del boss: 18 arresti

  • Pentito svela la 'strategia del clan': "Bloccavamo gli imprenditori di Zagaria in cambio del 10% dell'appalto"

  • False ricette per intascare i soldi dall'Asl Caserta: chiuse le indagini per 14 persone

  • Sgominata la banda dei magazzinieri: arresti anche nel casertano

  • Salvini torna a Mondragone e stavolta trova sorrisi, mozzarelle e dolci: "Cacciare bulgari fuorilegge" | FOTO

  • La moglie di Enzo morto per Covid a 41 anni: “A 3 mesi io ed i miei figli ancora senza tamponi”

Torna su
CasertaNews è in caricamento