Strage di camorra, processo bis per l'imprenditore

Al via l'Appello per Giancarlo Iovine accusato dei aver partecipato alla mattanza dei Cutoliani

La mattanza dei cutoliani si è verificata nel 1989

Al via il processo di Appello per Giancarlo Iovine, imprenditore di San Cipriano d'Aversa, accusato di aver partecipato alla strage dei cutoliani, avvenuta 30 anni fa, in cui perse la vita il luogotenente cutoliano Antonio Pagano, ucciso la sera del 22 ottobre del 1989 insieme ad altre tre persone: Giuseppe Orsi, Giuseppe Gagliardi e Giuseppe Mennillo.

A riferirlo è Cronache di Caserta. Per il bagno di sangue Iovine è stato condannato, in primo grado. L'imprenditore era stato tirato in ballo da Antonio Iovine, “o’Ninno”, aveva riferito che Giancarlo Iovine, imprenditore titolare di un consorzio agrario a San Cipriano d’Aversa, si mise a disposizione del commando omicida che poi uccise Pagano e i suoi 3 uomini.

Proprio il consorzio di Giancarlo Iovine sarebbe stato utilizzato come base per gli appostamenti dei sicari del clan, dato che Pagano era andato a vivere nelle sue vicinanze dopo la scarcerazione. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Ucciso per un'offesa a Zagaria", il manoscritto di Schiavone finisce nel processo

  • Auto si schianta contro i Ponti della Valle, morto 48enne | FOTO

  • Il vento abbatte le luminarie, alberi e pali della luce a terra | FOTO E VIDEO

  • Tutor sull'Asse Mediano, giudice annulla la multa per cartelloni e limite di velocità

  • Esplode bombola di gas in una palazzina | FOTO E VIDEO

  • Gioielli rubati, l'ispettore incastra il titolare del 'Compro Oro'

Torna su
CasertaNews è in caricamento